Ci serve la vostra gaia ignoranza

Come evitare di scrivere su qualcosa che non sia quello che non si sa, o che mal si conosce? Proprio su questo punto s'immagina di avere qualcosa da dire. Non si scrive che al limite del proprio sapere, su quella punta estrema che separa il nostro sapere e la nostra ignoranza, e che fa passare… Continua a leggere Ci serve la vostra gaia ignoranza

Il Racconto è passato di mano

Oh, guide cieche, che filtrate il moscerino e ingoiate il cammello! (Matteo, 23: 24) Non c'è da aggiungere niente al Racconto. Dobbiamo, al contrario, spogliarlo di tutte le «filosofie» che si sono appropriate dei suoi «attrezzi da gioco». Di tutti i trascendentali che gli hanno appiccicato addosso i Signori di Xibalbá e i loro «vicari»… Continua a leggere Il Racconto è passato di mano

Maya – I Signori di Xibalbá

Un giorno Hun Camé e Vucub Camé, Signori di Xibalbá, udirono delle grida. «Che stanno facendo lassù? Chi sono coloro che fanno tremare il tetto della nostra casa e fanno tanto baccano?», dissero. E avendo saputo che erano i due fratelli Hun Hunahpú e Vucub Hunahpú che giocavano a palla, imprecando aggiunsero: «Andate a chiamarli!… Continua a leggere Maya – I Signori di Xibalbá