Griaule – Il Maestro di parola e il Lebé

Otto famiglie, discendenti degli Otto Antenati, vivevano sulla terra e l'uomo più vecchio di tutti apparteneva all'Ottava. Ora, l'Ottavo Rango, pur essendo uguale agli altri, ha un privilegio particolare: «Sette – disse Ogotemmeli – è il rango del Signore della Parola. 1, aggiunto a 7, dà 8. L'Ottavo Rango è quello della Parola stessa. La… Continua a leggere Griaule – Il Maestro di parola e il Lebé

Zosimo – La visione dei quindici gradini

[…] mi addormentai e vidi un sacerdote stare dinanzi a me, ritto su un altare a forma di coppa schiacciata, a cui si accedeva mediante quindici gradini. Ivi stava un sacerdote, e io udii una voce che dall'alto mi diceva: «Ho finito di scendere i quindici gradini della tenebra e ho finito di salire i… Continua a leggere Zosimo – La visione dei quindici gradini

Maya – I messaggeri della Nonna

Hunahpú e Ixbalanqué, avendo ritrovato gli attrezzi da gioco dei loro genitori, andarono di corsa nel cortile a giocare. I Signori di Xibalbá, avendoli uditi, dissero: «Chi sono quelli che stanno di nuovo a giocare sulle nostre teste, e ci disturbano col rumore che fanno? Hun Hunahpú e Vucub Hunahpú non sono dunque morti?». Mandarono… Continua a leggere Maya – I messaggeri della Nonna

Di un dio fallito e del suo comico erede

È sconcertante: tornano tutti da un fallimento. Gli Eroi, sì, i Grandi di cui il Racconto racconta le gesta, tornano tutti che si sono fatti la bua. Sono andati in capo al mondo, e non hanno trovato quello che cercavano. Orfeo non ha riavuto indietro la sua Amata, Gilgameš non ha conquistato il segreto degli… Continua a leggere Di un dio fallito e del suo comico erede

Bibbia – Giona salvato dal grosso pesce

Fu rivolta a Giona, figlio di Amittai, questa parola dal Signore: «Alzati, va' a Ninive la grande città e in essa proclama che la loro malizia è salita fino a me». Giona invece si mise in cammino per fuggire a Tarsis, lontano dal Signore. Scese a Giaffa, dove trovò una nave diretta a Tarsis. Pagato… Continua a leggere Bibbia – Giona salvato dal grosso pesce

Lascia fare alla formica!

Vi chiedo solo un po' di pazienza. So che la «cosa» che sto per dirvi ha tutta l'aria d'essere una scemenza, perciò vi chiedo solo di avere con me un po' più di pazienza del solito. Vi chiedo di fermarvi con me cinque minuti a fingere di dare credito al Racconto: a fingere che il… Continua a leggere Lascia fare alla formica!

La radice del Racconto

Nell'astrologia indù la «radice» (mûlâ o mûradeva) è il nome di una delle 28 «Case Lunari» (naksatra), dove la Luna si ferma una notte al mese a «dormire». Gli antichi testi ne parlano come della prima «Casa della discesa» della Luna nel Paese della Morte, e tanto basta a farci capire dove ubicarla. Non ci… Continua a leggere La radice del Racconto

Il castigo di Venere

Imbrattai di colpo la carta dei giorni triti spruzzandovi colore da un bicchiere (Majakovskij) È terribile: è sempre così che va a finire. Va a finire che Troia cade. Che cade Guernica – e la sua «gente» è fatta a pezzi. E allora non restano che schizzi d'inchiostro sulla tela, e cicatrici di memoria insanabili… Continua a leggere Il castigo di Venere

Stazione di posta

[…] in tutta la nostra discussione abbiamo convenuto di assegnare il senso proprio all'appetito alimentare e il senso figurato all'appetito sessuale (Lévi-Strauss, Dal miele alle ceneri, p.301) E dunque: il miele in senso proprio, è quello che mangiamo – il miele figurato è invece quello che ci mangia. L'uno ci sfama, l'altro ci divora –… Continua a leggere Stazione di posta

Lévi-Strauss – Le due tecniche di produzione del fuoco

I miti parlano di due tecniche [di produzione del fuoco]: per frizione o girazione [di due bastoncini di legno], e per percussione [di due pietre l'una contro l'altra]. Il fuoco attualmente prodotto per frizione, era primitivamente vomitato dalla rana, mentre quello per percussione era evacuato dall'ano della gru […] Se ci si attiene a queste… Continua a leggere Lévi-Strauss – Le due tecniche di produzione del fuoco