Deleuze – C’è qualcosa di pazzesco nell’inconscio

La teoria «volgare» dice: c'è un Rimosso, uno Stesso originario che, proprio per via della rimozione, ritorna sì, ma mascherato e spostato, in modo che rimane poi difficile «identificarlo». Esso ha comunque un'«identità», sia pure perduta per strada – e tutta la «terapia» starebbe nel ritrovarla. Deleuze dice: c'è la Ripetizione di niente e di… Continue reading Deleuze – C’è qualcosa di pazzesco nell’inconscio

Heidegger – La verità della Storia

Perfino uno storico del rango di Jacob Burckhardt, anzi proprio lui, si muove entro l'orizzonte di «bilanci», «stime», «quote» e «costi», e calcola la storia secondo lo schema «civiltà e barbarie». Anche Nietzsche pensa entro questo schema tipico del diciannovesimo secolo: egli fa del «valutare in valori», cioè del calcolare, la forma ideale del pensiero… Continue reading Heidegger – La verità della Storia

Lacan – È la verità che è nascosta, e non la lettera

Ciò che costituisce il fondo di ogni dramma umano, di ogni dramma di teatro in particolare, è che ci sono dei legami, dei nomi, dei patti stabiliti. Gli esseri umani sono già legati fra loro da impegni che ne hanno determinato il posto, il nome, l'essenza. Poi arrivano un altro discorso, altri impegni, altre parole.… Continue reading Lacan – È la verità che è nascosta, e non la lettera

Nietzsche – La storia è un equivoco

Il nostro mondo sensibile non esiste affatto in modo reale, si contraddice: è un inganno dei sensi. Ma che cosa sono, allora, i sensi? Le cause dell'inganno debbono essere reali. Ma dei sensi noi sappiamo solo mediante i sensi, e ciò rientra quindi nel mondo dell'inganno. Sicché, qualcosa, che non conosciamo, inganna, e il suo… Continue reading Nietzsche – La storia è un equivoco

Nezâmî – Il re venditore di schiave

Una città dell'Iraq aveva una volta un re, unico fra i sovrani: era un sole, tanto illuminava il mondo, bello come la primavera del Nowrûz. E aveva tutte le virtù esistenti e utili, ma con tutta quella sua virtuosità aveva il cuore distaccato e sazio dal mondo; aveva infatti letto nei suoi oroscopi che dalle… Continue reading Nezâmî – Il re venditore di schiave

Le mille e una notte – Il giovane che maltrattava la cavalla

Il Califfo e il suo Visir stavano per rientrare a palazzo quando, passando per una piazza, la loro attenzione fu attratta dal clamore di un gran numero di spettatori che guardavano un giovane ben vestito, salito sopra una cavalla bianca che spingeva a tutta briglia intorno alla piazza e che maltrattava crudelmente. Mentre continuavano a… Continue reading Le mille e una notte – Il giovane che maltrattava la cavalla

Zhuang-zi – Di cosa stiamo parlando?

Intelligenza viaggiò, verso nord, fino all'acqua oscura; scalò la Montagna dell'Indiscernibile e incontrò Parola «non fare» (wu wei). Intelligenza le disse: «Vorrei farti delle domande. Per conoscere il Tao, che cosa si pensa e su che cosa si riflette? Per restare nel Tao, quale posizione si adotta e a che cosa ci si applica? Per… Continue reading Zhuang-zi – Di cosa stiamo parlando?