Lévi-Strauss – La metà appiccicosa

Lasciamo da parte le speculazioni storiche per ritrovare il più solido terreno dell'analisi strutturale. Disponiamo di due paradigmi, quello della donna-rampone e quello della donna-rana, la cui area di distribuzione comprende il Nord e il Sudamerica. Nei due emisferi questi paradigmi sono associati in maniera indipendente: di fatto, però, abbiamo verificato che in entrambi i… Continue reading Lévi-Strauss – La metà appiccicosa

Maori – Quando Maui andò a pesca col cognato

Maui, il quinto di cinque fratelli, aveva anche una sorella. Hinauri – così si chiamava – era una fanciulla di meravigliosa bellezza: perciò tutti invidiavano Irawaru, il fortunato che l'aveva sposata. Lo invidiavano tutti, compreso Maui. La fortuna che Maui invidiava al cognato, era però un'altra: gli invidiava che fosse più bravo di lui nella… Continue reading Maori – Quando Maui andò a pesca col cognato

Maori – Quando Maui pescò la terra dal mare

Nei tempi antichi Maui era conosciuto con molti nomi. Era Maui potiki, l'ultimogenito. Era Maui tikitiki a Taranga, perché era nato dal nodo di capelli di sua madre Taranga. Ma era anche Maui nukurau, il malandrino, e Maui atamai, l'ingegnoso, e Maui mohio, l'astuto, e Maui toa, il coraggioso, l'impavido. Era tutti questi nomi, nei… Continue reading Maori – Quando Maui pescò la terra dal mare

Lot-Falck – Nuliajuk, la Madre degli animali marini

Una volta, tanto tempo fa, per traversare il mare, gli uomini s'erano costruiti delle zattere legando assieme i loro kayak. Erano numerosi e avevano fretta di andare verso nuovi territori di caccia. E non avevano molto posto sulle zattere. Nel villaggio c'era una fanciulla, il cui nome era Nuliajuk. Ella saltò su una zattera con… Continue reading Lot-Falck – Nuliajuk, la Madre degli animali marini

Santillana – Le prodezze di Kullervo

Il primo evento è la nascita del padre e dello zio di Kullervo i quali, secondo il runo 31, sono due cigni (o due polli) separati l'uno dall'altro da un falco. Solitamente si narra che un povero aratore aveva tracciato dei solchi attorno a un tronco d'albero (o su un monticello) che si fendette in… Continue reading Santillana – Le prodezze di Kullervo

A proposito dell’uncino

Amleto usava sedersi presso il fuoco e, raccogliendo insieme le braci con le mani, foggiare dei legni adunchi, indurirli nel fuoco e formarvi alle due estremità certi uncini per farli aderire più saldamenti ai loro attacchi. (Saxo Grammaticus) Insomma, Amleto stava affilando le armi della vendetta? O vedeva dinanzi a sé solo il futuro di… Continue reading A proposito dell’uncino

Saxo Grammaticus – Amleto tentato da una donna

Amleto vedeva tutte queste cose, ma temeva che un comportamento troppo scaltro potesse insospettire lo zio. Decise pertanto di fingersi ottuso e simulare una totale mancanza di senno. Questa astuta linea di condotta non solo nascose la sua intelligenza, ma garantì la sua sicurezza. Tutti i giorni se ne stava, sudicio e neghittoso, nella casa… Continue reading Saxo Grammaticus – Amleto tentato da una donna