Omero – Odisseo nell’antro di Polifemo

Un grande otre pieno di vino portavo e vivande in un cesto: subito infatti sospettò il mio cuore altero che avremmo trovato un uomo di poderoso vigore, selvaggio, ignaro di giustizia e di leggi. Rapidamente all'antro arrivammo, ma dentro non lo trovammo; menava al pascolo pingui pecore. Entrati nell'antro, stupiti mirammo ogni cosa: i graticci… Continua a leggere Omero – Odisseo nell’antro di Polifemo

Tre cosucce insignificanti

Anchise sulle spalle di Enea … te lo dico subito: è un brutto segno! Come? – disse la Sibilla a Enea – ti sei caricato tuo padre in spalla, e ancora non capisci che il tuo mondo, da allora, è alla rovescia? Una catena di frecce, non è così che si fa: non mettendo il… Continua a leggere Tre cosucce insignificanti

Burkina Faso – L’antilope e la lepre

L'antilope Njaka aveva una figliola bellissima e, poiché molti pretendenti aspiravano alla sua mano, prese questa decisione. «Darò mia figlia in sposa – disse – solo a chi di voi mi porterà il latte di una bufala, la pelle di un leopardo e la zanna di un elefante». Anche Somba, la lepre, l'udì e pensò… Continua a leggere Burkina Faso – L’antilope e la lepre

Salish Sahaptin – La riconquista del fuoco

Un tempo, gli uomini avevano un fuoco perenne e inestinguibile. Quel fuoco eterno era, in realtà, la madre di un giovane pescatore chiamato Lontra Terrestre. La fiamma ardeva giorno e notte nella sua capanna e non c'era bisogno di aggiungervi legna, perché ad alimentarla era lo spirito di Madre Fuoco. Un giorno però una fanciulla,… Continua a leggere Salish Sahaptin – La riconquista del fuoco