Zhuang-zi – Il Tempo del Destino

La moglie di Zhuang-zi era morta, Hui-zi andò a fargli le condoglianze. Trovò Zhuang-zi seduto a gambe incrociate a forma di setaccio, che cantava battendo il tempo su una scodella. Hui-zi gli disse: «Che non piangiate la morte di colei che fu vostra compagna di vita e allevò i vostri figli, è già abbastanza grave,… Continue reading Zhuang-zi – Il Tempo del Destino

Deleuze – L’io dissolto al passo delle Simplegadi

Costituisce uno dei più grandi meriti dello stoicismo l'aver mostrato che ogni segno è segno di un presente, dal punto di vista della sintesi passiva in cui passato e futuro non sono esattamente altro che dimensioni del presente stesso (la cicatrice è il segno non della ferita passata, ma del «fatto presente di aver ricevuto… Continue reading Deleuze – L’io dissolto al passo delle Simplegadi

Abd al Wahhab al Bayati – La Signora delle sette lune

La Signora delle sette lune errando nel suo profondo estrae i rubini del Giorno mitico – e sogna la stella polare – e il ricordo del tempo immerso nel carro degli zingari che dietro la pioggia incalzano la gioia – la luce – canta per la notte argiva e il rivo selvatico che arriva dal… Continue reading Abd al Wahhab al Bayati – La Signora delle sette lune

Deleuze – Noi siamo contemplazioni

… la sensibilità dei sensi rinvia a quella sensibilità primaria che siamo noi. Siamo acqua, terra, luce e aria contratte, lo siamo già, e non soltanto prima di riconoscerle o di rappresentarle, ma addirittura prima di sentirle. Ogni organismo, nei suoi elementi ricettivi e percettivi, e anche nelle sue viscere, è una somma di contrazioni,… Continue reading Deleuze – Noi siamo contemplazioni

Borges – L’immortalità

In un libro ammirevole come tutti i suoi, Le varietà dell'esperienza religiosa, William James dedica una sola pagina al problema dell'immortalità individuale. Afferma che per lui è un problema secondario. Sicuramente, non è questo un problema basilare della filosofia, come lo è il tempo, la conoscenza, il mondo esterno: James chiarisce che il problema dell'immortalità… Continue reading Borges – L’immortalità

Agostino – Il tempo e l’anima

È in te, anima mia, che misuro il tempo. Non frastornarmi coi tuoi «cosa? come?». Non frastornare te stessa con la folla delle tue impressioni. In te, dico, io misuro il tempo. Sì, l'impressione che le cose passando producono in te, rimane quando sono passate: è questa che è presente, non quelle che sono passate… Continue reading Agostino – Il tempo e l’anima