Borges – Venticinque agosto 1983

Sull'orologio della stazioncina vidi che erano le undici di sera passate. Tornai in albergo a piedi. Sentii, come altre volte, la rassegnazione e il sollievo che ci infondono i luoghi meno noti. L'ampio portone era aperto; la villa, al buio. Entrai nell'atrio, dove specchi pallidi replicavano le piante della sala. Stranamente il padrone non mi… Continue reading Borges – Venticinque agosto 1983

Plauto – Mercurio e Sosia

(Assunto l'aspetto di Anfitrione, impegnato lontano nella guerra ai Teleboi, Giove se la spassa con la di lui sposa, Alcmena. Per allungare la sua notte d'amore, Giove ha provveduto a fermare le stelle, e perché nessuno lo disturbi ha messo Mercurio, che intanto ha preso le sembianze del servo Sosia, di guardia sulla porta) MERCURIO:… Continue reading Plauto – Mercurio e Sosia

Bretagna – La nascita di Artù

Il re Uther Pendragon fece bandire in tutto il regno che avrebbe tenuto corte a Carduel nel Galles, tutti gli anni a Natale, a Pentecoste e a Ognissanti. Vi convenne una folla di dame, di cavalieri e di damigelle, e il re vi vide di buon occhio Igerne, la moglie del duca Hoel di Tintagel.… Continue reading Bretagna – La nascita di Artù

Ulisse e Biancaneve, un caso di simmetria inversa

Ulisse/Odisseo e i suoi dodici compagni nell'antro di Polifemo Biancaneve, tutta sola, nella casa dei sette nani I due «casi» potrebbero essere archiviati entrambi alla voce: Visita a un luogo che (a sorpresa!) si rivela essere «sproporzionato» ai suoi Visitatori. Basta un colpo d'occhio per capire che Polifemo è «troppo grande» per Odisseo, e che… Continue reading Ulisse e Biancaneve, un caso di simmetria inversa

Irlanda – Jack e Bill

C'erano una volta in Irlanda un re e una regina. Erano ormai vecchi e non avevano figli. Allora il re si rivolse al primo consigliere per sapere se c'era modo di avere un figlio, e il primo consigliere gli suggerì di andare al fiume a prendere un pesce e darlo da mangiare alla regina. E… Continue reading Irlanda – Jack e Bill

Tra domanda e risposta

Attendere senza sapere chi o che cosa, domandare ma senza mai avere lo straccio d'una risposta, desiderare qualcuno o qualcosa e permanere nella sua mancanza e, ciononostante, continuare ad attendere, insistere a domandare e desiderare – dimmelo tu se questo non è fin «troppo umano» per non disilludere chiunque di noi pensi di esserne immune… Continue reading Tra domanda e risposta