Nietzsche – Piacere e istinto sociale

Dai suoi rapporti con gli altri uomini, l'uomo ricava un nuovo genere di piacere da aggiungere a quei sentimenti di piacere che egli trae da se stesso; col che rende in genere notevolmente più vasta la sfera del sentimento del piacere in genere. In questa sfera forse egli ha già ereditato ogni sorta di cose… Continua a leggere Nietzsche – Piacere e istinto sociale

Lacan – La gelosia-simpatia tra il Gatto e la Volpe

C'è un illusorio perfettamente oggettivo, dicevamo. In questa prospettiva cosa avviene dell'io? L'io è un oggetto bell'e buono. L'io, che voi percepite, diciamo così, all'interno del campo di coscienza chiara come ne fosse l'unità, è precisamente ciò nei cui confronti l'immediato della sensazione è messo in tensione. Questa unità non è per niente omogenea con… Continua a leggere Lacan – La gelosia-simpatia tra il Gatto e la Volpe

Goethe – La prerogativa del muratore

[…] la folla procedeva lentamente e aveva già formato un cerchio intorno all'area in cui sarebbe sorto il nuovo edificio. Il proprietario, i familiari e gli ospiti di riguardo furono invitati a scendere nello scavo, dove, appoggiata a una parete, era già pronta per essere posta la pietra angolare. Un muratore, vestito di tutto punto,… Continua a leggere Goethe – La prerogativa del muratore