Lacan – È la verità che è nascosta, e non la lettera

Ciò che costituisce il fondo di ogni dramma umano, di ogni dramma di teatro in particolare, è che ci sono dei legami, dei nomi, dei patti stabiliti. Gli esseri umani sono già legati fra loro da impegni che ne hanno determinato il posto, il nome, l'essenza. Poi arrivano un altro discorso, altri impegni, altre parole.… Continue reading Lacan – È la verità che è nascosta, e non la lettera

Lacan – Per ciascuno la lettera è il suo inconscio

Nella nostra disciplina si tratta di sondare qual è nel mondo del soggetto umano la portata dell'ordine simbolico. Ciò che può essere immediatamente colto in questa prospettiva è ciò che ho chiamato «immistione dei soggetti». Ve lo mostrerò con la storia della Lettera rubata, che il caso ci ha offerto, e in cui abbiamo preso… Continue reading Lacan – Per ciascuno la lettera è il suo inconscio

Lacan – Il «giunto» tra l’immaginario e il simbolico

Torniamo al sogno dell'iniezione a Irma. Credo di aver messo in luce il carattere drammatico della scoperta del senso del sogno che Freud fa tra il 1895 e il 1900, cioè negli anni in cui elabora la sua Interpretazione dei sogni. Quando parlo di questo carattere drammatico, vorrei citarvi a sostegno un passo di una… Continue reading Lacan – Il «giunto» tra l’immaginario e il simbolico

Lacan – La «folla» nel sogno di Irma

Freud prende Irma e inizia a rivolgerle rimproveri, invettive – È tutta colpa tua, se mi avessi ascoltato, sarebbe andata meglio. Inversamente Irma dice – Non puoi sapere come fa male qua e là, gola, ventre, stomaco. E poi dice che qualcosa la soffoca. Freud allora è abbastanza impressionato, e inizia a manifestare qualche inquietudine.… Continue reading Lacan – La «folla» nel sogno di Irma

Lacan – Freud e Irma, ovvero il sogno dei sogni

Per Freud il sogno iniziale, il sogno dei sogni, il sogno inauguralmente decifrato, è il sogno dell'iniezione a Irma. Egli ne fa un'analisi quanto più esauriente possibile, tornandovi spesso nell'Interpretazione dei sogni, ogni volta che ha bisogno di un punto di appoggio […] Perché Freud ritiene così importante questo sogno? Di primo acchito ci si… Continue reading Lacan – Freud e Irma, ovvero il sogno dei sogni

Lacan – La gelosia-simpatia tra il Gatto e la Volpe

C'è un illusorio perfettamente oggettivo, dicevamo. In questa prospettiva cosa avviene dell'io? L'io è un oggetto bell'e buono. L'io, che voi percepite, diciamo così, all'interno del campo di coscienza chiara come ne fosse l'unità, è precisamente ciò nei cui confronti l'immediato della sensazione è messo in tensione. Questa unità non è per niente omogenea con… Continue reading Lacan – La gelosia-simpatia tra il Gatto e la Volpe

Lacan – Le illusioni della coscienza

Scommetto che non c'è nemmeno uno fra noi che non sia in fin dei conti persuaso che, per parziale che sia l'apprensione della coscienza, dunque dell'io, è in ogni caso qui che la nostra esistenza è data. Pensiamo che nel fatto di coscienza, l'unità dell'io è, se non esplorata, almeno afferrata. Al contrario, ciò che… Continue reading Lacan – Le illusioni della coscienza