Edda – Parola di cinciallegra

Sigurðr mozzò a Reginn la testa e quindi si cibò del cuore di Fáfnir e bevve il sangue di ambedue, di Reginn e di Fáfnir. Allora Sigurðr intese le cinciallegre dire: «Raccogli, Sigurðr, i rossi anelli: non è da re aver troppa paura. So di una donna, una vera bellezza, con dote d'oro, possa tu… Continua a leggere Edda – Parola di cinciallegra

Edda – Il risveglio di Sigrdrífa

«Chi squarciò la corazza, chi mi scosse dal sonno? Chi fece cadere da me lividi vincoli?». Egli rispose: «Il figlio di Sigmundr. Ha lacerato, or non è molto, esanimi carni di corvo, la spada di Sigurðr». «A lungo ho dormito, a lungo sono stata nel sonno. Lunghe sono le sventure dell'uomo! Óðinn ha voluto così:… Continua a leggere Edda – Il risveglio di Sigrdrífa

L’incontro di Sigurðr e Sigrdrífa

Nella Völsunga saga si narra di quella volta che Sigurðr, giunto nel paese dei Franchi, vide all'orizzonte una grande luce che s'innalzava al cielo come una colonna. In mezzo alle fiamme c'era un castello, adornato di scudi, e nel castello giaceva una donna addormentata e armata. Sigurðr le tolse l'elmo; la valchiria aprì gli occhi… Continua a leggere L’incontro di Sigurðr e Sigrdrífa