Le parole che ti scrivo

Glorioso mattino o triste sera? Né l'uno né l'altra, ma – inesprimibile dolore – solo il vasto campo desolato, avvolto dalle brume, di tutto quello che non può trovare espressione, nel tempo e al di fuori di esso. Né giorno né notte, dunque ma, nel segno obliquo delle loro voci coniugate insieme, lo spazio indefinito:… Continua a leggere Le parole che ti scrivo

Forugh Farrokhzad – La rivolta di Dio

Contro gli Angeli urlerei una notte, se Dio io fossi, ché nel crogiolo del buio la scagliassero la moneta del sole. E furiosa ai servi del giardino del mondo, la foglia gialla della luna ordinerei di strappare dal ramo delle notti. Dalla corte dei miei Arcangeli e tra i suoi veli distruggerei l’intero mondo con… Continua a leggere Forugh Farrokhzad – La rivolta di Dio

Brecht – A coloro che verranno

Davvero, vivo in tempi bui! La parola innocente è stolta. Una fronte distesa vuol dire insensibilità. Chi ride, la notizia atroce, ancora non l'ha saputa. Quali tempi son questi, quando discorrere di alberi è quasi un delitto, perché su troppe stragi comporta silenzio! E l'uomo che ora traversa tranquillo la via mai più potranno raggiungerlo… Continua a leggere Brecht – A coloro che verranno

Baudrillard – Più è povero, più il poeta gode

La linguistica non fa che recuperare gli avanzi, i rifiuti, i segni usati, ma non consumati. È soltanto questo stadio del «rifiuto» che la linguistica recupera, lo stadio di un linguaggio funzionale, che poi essa universalizza spacciandolo per lo stato «naturale» di qualsiasi linguaggio. Essa non immagina niente di diverso. Come i romani e gli… Continua a leggere Baudrillard – Più è povero, più il poeta gode

Strindberg – Tribolazioni

Rinchiuso nella cittadina delle Muse, senza speranza di uscirne, do inizio alla formidabile battaglia contro il nemico, me stesso. Ogni mattina, passeggiando sui bastioni all'ombra dei platani, l'immenso fabbricato rosso del manicomio m'indica il pericolo che ho evitato, e il futuro, nel caso d'una ricaduta. Swedenborg, illuminandomi sulla natura degli orrori verificatisi durante l'ultimo anno,… Continua a leggere Strindberg – Tribolazioni