Bretagna – La confessione di Lancillotto

Dopo aver a lungo errato per l'alta foresta, Lancillotto giunse verso l'ora nona all'incrocio di due strade: là s'innalzava una croce, sulla quale erano incise delle lettere che dicevano: Cavaliere errante che vai cercando avventure, ecco due cammini. Sono entrambi perigliosi. Ma in quello di sinistra non entrare, ché dovresti essere troppo valentuomo. Lancillotto conosceva… Continue reading Bretagna – La confessione di Lancillotto

Sohrâb Sepehri – Richiamo ancestrale

«Dove sono le mie scarpe?». Chi era che ha chiamato: «Sohrab?». Era familiare la voce, come l'aria col corpo della foglia. Mia madre dorme. E così anche Manuchehr e Parvane, e forse tutta la gente della città. Questa notte di Giugno con la calma di un'elegia passa sopra i minuti e una fresca brezza, dai… Continue reading Sohrâb Sepehri – Richiamo ancestrale

Marais – Il richiamo «linguistico» della Regina

Ho già detto che, non appena si è tolta le ali, la regina volante lancia nell'aria un segnale, in risposta al quale arriva, sempre volando, un maschio. Non dissi in che cosa consistesse esattamente questo segnale, perciò voglio parlarne adesso. Ma prima di cominciare, occorrerà fare una lunga premessa. Il lettore curioso, tuttavia, non dovrebbe… Continue reading Marais – Il richiamo «linguistico» della Regina

A monte dei Segni e delle Parole

È un corteggiatore accanito, il nostro caro Soslan. Perfino nell'aldilà non si toglie il vizio di allungare le mani. Vede gli impiccati, e che fa? guarda e passa. Vede gli impantanati nella merda, e senza chiedere troppe scuse guarda e passa. Dice che non è in suo potere, che non è gli possibile laggiù dare… Continue reading A monte dei Segni e delle Parole

Divagando sui tre richiami

I miti sudamericani ci hanno introdotti a questa curiosa distinzione dei tre richiami a cui l'«eroe» sarebbe chiamato, a seconda dei casi, a rispondere o a rimanere sordo. Procedendo dal più forte al più debole, abbiamo nell'ordine il richiamo della Roccia (o della Pietra), del Legno Duro (o della Quercia), e del Legno Putrido (o… Continue reading Divagando sui tre richiami

Della perdita dell’immortalità

Il Racconto è abbastanza esplicito su questo punto. Dice che, se ci tocca una vita mortale, solo una breve parentesi tra essere e non-essere, è per via di un'«imprudenza» di cui si è reso responsabile il nostro Antenato, allorché «diede ascolto» a un richiamo che lo «distrasse» dall'immortalità. Come non pensare a Gilgameš? Era a… Continue reading Della perdita dell’immortalità