Sioux Arapaho – Ragazzo di Pietra

Una giovane donna viveva coi suoi cinque fratelli in un grande tipi ai piedi di una collina. Ogni giorno i cinque fratelli si recavano a caccia coi loro archi e le frecce. Uscivano il mattino presto, al sorgere del sole, e tornavano al tramonto. Durante la loro assenza, la sorella badava ai lavori di casa,… Continue reading Sioux Arapaho – Ragazzo di Pietra

Calvino – L’alchimista e il cavaliere errante

A ben vedere, tanto per l'alchimista quanto per il cavaliere errante il punto d'arrivo dovrebbe essere l'Asso di Coppe che per l'uno contiene il flogisto o la pietra dei filosofi o l'elisir di lunga vita, e per l'altro è il talismano custodito dal Re Pescatore, il vaso misterioso che il suo primo poeta non fece… Continue reading Calvino – L’alchimista e il cavaliere errante

Pietro Bono da Ferrara – La pietra degli alchimisti

L'alchimia è un'arte in parte naturale, in parte divina o soprannaturale. Alla fine della sublimazione germina infatti, per mediazione dello spirito, una splendente anima candida, e assieme allo spirito stesso l'anima si invola nel cielo. E questa è chiaramente e manifestamente la pietra. Per quanto meraviglioso sia in verità il procedimento, esso rientra sempre nell'ambito… Continue reading Pietro Bono da Ferrara – La pietra degli alchimisti

Jung – Chimica e alchimia

Nel corso del diciottesimo secolo l'alchimia è andata lentamente declinando per colpa della propria oscurità. Il suo metodo di spiegazione «obscurum per obscurius, ignotum per ignotius», era difficilmente compatibile con lo spirito illuministico, e particolarmente con la scientificità della chimica che verso la fine del secolo si andava perfezionando. Queste due nuove forze intellettuali non… Continue reading Jung – Chimica e alchimia

Scholem – Il Golem come servo magico del suo creatore

I cabalisti di Safed del secolo XVI parlano della creazione del Golem solo nella forma in cui si discute teoreticamente di un evento che appartiene a un passato molto lontano. Non partecipano mai direttamente e neanche fanno mai esplicito riferimento all'esecuzione di quelle istruzioni che in parte sono esplicitamente proibite nei loro scritti, anche se… Continue reading Scholem – Il Golem come servo magico del suo creatore

Borges – La rosa di Paracelso

Nel suo laboratorio, che comprendeva le due stanze dello scantinato, Paracelso chiese al suo Dio, al suo indeterminato Dio, a qualunque Dio, di inviargli un discepolo. Imbruniva. Il magro fuoco del camino proiettava ombre irregolari. Alzarsi per accendere la lanterna di ferro avrebbe richiesto uno sforzo eccessivo. Paracelso, distratto dalla fatica, dimenticò la sua preghiera.… Continue reading Borges – La rosa di Paracelso

Le fasi dell’Opera

La trafila dell'alchimista, l'Opera (come si chiamava una volta), era scandita in tre tempi. In successione: nigredo, albedo e rubedo. Ma anche, a volte, nigredo, rubedo e albedo. Dal nero, attraverso il bianco, fino alla fiamma rossa. Oppure: dal nero, saltando di là dal muro di fiamme, fino alla Candida rosa – fino alla Terra… Continue reading Le fasi dell’Opera