Stein – La notte dell’anima

Scrive san Giovanni della Croce: «La natura umana, se nel Paradiso terrestre fu rovinata e votata alla perdizione assaporando il frutto dell'albero proibito, tuttavia fu da Dio redenta e riabilitata mediante l'albero della croce». La croce è, dunque, il mezzo di redenzione dell'uomo. Essa sta nel mezzo della via che riconduce l'anima umana alla sua… Continue reading Stein – La notte dell’anima

Ceccardo il Vecchio – La lingua dei nostri sogni

I sogni, com'è noto, sono una cosa terribilmente strana: qualcosa ti appare con una nettezza raccapricciante, con una finitezza di particolari degna di un gioielliere, mentre su qualcos'altro sorvoli come se nemmeno te ne accorgessi, specialmente sullo spazio e sul tempo. I sogni, evidentemente, non sono guidati dalla ragione, ma dal desiderio, non dalla testa,… Continue reading Ceccardo il Vecchio – La lingua dei nostri sogni

Toba – L’origine della Notte

Una volta la notte non esisteva. Era sempre giorno. La notte dormiva in fondo alle acque. Non esistevano nemmeno gli animali, poiché anche le cose parlavano. La figlia del Gran Serpente aveva sposato un Indio, signore di tre servi fedeli. Un giorno, il padrone disse loro: «Allontanatevi, perché mia moglie si rifiuta di coricarsi con… Continue reading Toba – L’origine della Notte

Jabès – Palpebra del segreto

in prossimità della poesia, aurora e crepuscolo sono di nuovo la notte, il cominciare e il finire della notte il poeta vi getta allora la sua lenza, come il pescatore nel mare, per prendere tutto quello che danza nell'invisibile, miriadi di esseri incolori, senza respiro e senza peso, che popolano il silenzio egli si impadronirà,… Continue reading Jabès – Palpebra del segreto

Neruda – Posso scrivere i versi più tristi

Posso scrivere i versi più tristi questa notte. Scrivere per esempio: «La notte è tutta stellata, e tremano di freddo gli astri azzurri, lontano». Il vento della notte gira nel cielo e canta. Posso scrivere i versi più tristi questa notte. Io l'ho amata, e forse anche lei m'ha amato. In notti come questa l'ho… Continue reading Neruda – Posso scrivere i versi più tristi

Desana – La cassa della Notte

In principio non c'era la Notte, ma solo il Giorno. L'umanità si stancò di vivere sempre nella luce. Correva voce che a settentrione vivesse un essere chiamato Notte che era diviso in due parti, Notte e Giorno. Gli uomini cominciarono ad osservare attentamente il nord e notarono che una nuvola nera si innalzava per un… Continue reading Desana – La cassa della Notte