Zhuang-zi – Il guscio della tartaruga sacra

Una notte, il principe dei Song vide in sogno un uomo dai capelli sciolti, che guardava da una porta laterale e gli diceva: «Vengo dall'abisso di Zai-lu. Il genio del Fiume Puro mi ha mandato verso quello del Fiume Giallo. Per strada sono stato preso dal pescatore Yu Jie». Al suo risveglio, il principe Yuan… Continue reading Zhuang-zi – Il guscio della tartaruga sacra

Modoc – La nascita di Aishísh

In un tempo lontano, una giovane donna di nome Letkakàwas, che portava sulla schiena il suo figlioletto come fanno le madri indiane, eresse un rogo per cremare il cadavere di una strega. In realtà, voleva morire là sopra anche lei con il bambino. Il demiurgo Kmúkamch la sorprese proprio nel momento in cui si stava… Continue reading Modoc – La nascita di Aishísh

Zhuang-zi – La conoscenza che consiste nel non conoscere

Grande Purezza Celeste chiese a Infinito: «Conoscete il Tao?». «Non lo conosco», disse Infinito. E Grande Purezza Celeste chiese allora a Non-Fare (wu wei): «Conoscete il Tao?». «Lo conosco», disse Non-Fare. «Il Tao, secondo la vostra conoscenza, può essere qualificato?», chiese Grande Purezza Celeste. «Può esserlo», disse Non-Fare. «Come può essere qualificato?», chiese Grande Purezza… Continue reading Zhuang-zi – La conoscenza che consiste nel non conoscere

Colli – L’oggetto astratto

Perciò saranno nomi, tutte le cose che i mortali hanno posto, convinti che non fossero celate: nascere e perire, essere e non essere, mutare il luogo e variare il fulgido colore. (Parmenide) Il mondo come espressione coincide con il mondo come rappresentazione, o più precisamente: ogni rappresentazione è sostanzialmente un'espressione, e ogni espressione si accidentalizza… Continue reading Colli – L’oggetto astratto

Rella – Il sogno della ragione

Ma il contrario di un sogno, che cos'è, o Fedro, se non un altro sogno?... Un sogno di vigilanza, prodotto dalla ragione stessa. (P. Valery) Possiamo immaginare uno stato di terrore puro, assoluto. Forse l'abbiamo sfiorato nell'incubo, o nell'attesa, o nell'attimo di un terribile risveglio dopo una notte di sogni inquieti. O forse, anche, in… Continue reading Rella – Il sogno della ragione

Isole Figi – Il ragazzo di nome Un-Capello

Quello che si stava per celebrare nell'arcipelago di Tokelau era un'importante matrimonio. Perciò furono invitati tutti gli abitanti dei villaggi sparsi per le isole, anche le più lontane, e tutti ci andarono ben volentieri, fatta eccezione per i vecchi e gli ammalati. A Udu, un piccolo villaggio dell'isola di Kabara, rimase soltanto una coppia anziana… Continue reading Isole Figi – Il ragazzo di nome Un-Capello

Scholem – Abulafia e la combinazione delle lettere

Abraham Abulafia (1240-1292 circa) fu uno dei più eminenti rappresentanti della Cabala spagnola nel XIII secolo, di certo il più autorevole maestro e teorico di quella tendenza minoritaria della Cabala che Scholem non esita a definire «estatica», per distinguerla da quella «teosofica» che, proprio in quei tempi, si andava raccogliendo intorno al libro dello Zohar.… Continue reading Scholem – Abulafia e la combinazione delle lettere