Finlandia – La costruzione del Sampo

Allora il fabbro Ilmarinen profferì queste parole: «Saprò certamente forgiarti il Sampo, fucinarti un coperchio risplendente con la punta di una piuma di cigno, il latte di una vacca sterile, il granello di una spiga d'orzo, un fiocco di lana di una pecora feconda, così come un tempo forgiai il cielo, martellai il coperchio dell'aria… Continue reading Finlandia – La costruzione del Sampo

Santillana – Il gurges mirabilis

Tre volte il fé girar con tutte l'acque; a la quarta levar la poppa in suso e la prora ire in giù, com'altrui piacque, infin che 'l mar fu sovra noi richiuso (Dante, Inferno, 26: 139-142) Dante si è attenuto alla tradizione del gorgo come fine significativa per i grandi personaggi, anche se qui esso… Continue reading Santillana – Il gurges mirabilis

Eliot – Il viaggio dei Magi

«Fu un freddo avvento per noi, proprio il tempo peggiore dell'anno per un viaggio, per un lungo viaggio come questo: le vie fangose e la stagione rigida, nel cuore dell'inverno». E i cammelli piagati, coi piedi sanguinanti, indocili, sdraiati sulla neve soffice. Vi furono momenti in cui rimpiangemmo i palazzi d'estate sui pendii, le terrazze,… Continue reading Eliot – Il viaggio dei Magi

Il trabocchetto di nome Sämpsä Pellervöinen

Qual era il legno e quale l'albero con cui foggiarono il Cielo e la Terra? (Rig Veda, 10: 31.7) Sämpsä Pellervöinen: ecco un nome pieno di trabocchetti! Non è un caso, se c'è assonanza tra Sämpsä e Sampo – perché Sämpsä è, alla lettera, il «possessore del Sampo». Se nel Kalevala gli sono riservate solo… Continue reading Il trabocchetto di nome Sämpsä Pellervöinen