Calvino – Prezzemolina

C'era una volta marito e moglie che stavano in una bella casina. E questa casina aveva una finestra che dava sull'orto delle fate. La donna aspettava un bambino, e aveva voglia di prezzemolo. S'affaccia alla finestra e nell'orto delle Fate vede tutto un prato di prezzemolo. Aspetta che le Fate siano uscite, prende una scala… Continue reading Calvino – Prezzemolina

Graf – I Normanni e la leggenda di Artù

Come mai, e per quale ragione, e a chi mai poté venire per primo in mente di strappare Artù all'isola di Avalon per porlo nell'interno di un vulcano, in Sicilia? Dobbiamo noi credere che inventori della strana finzione siano stati quei Siciliani medesimi tra cui Gervasio, secondo attesta, la trovò divulgata? O dobbiamo al contrario… Continue reading Graf – I Normanni e la leggenda di Artù

Graf – Artù nell’Etna

Per secoli fu creduto che Artù, mortalmente ferito in battaglia, non fosse mai morto, ma vivesse in luogo incantato e recondito, donde sarebbe, una volta o l'altra, per far ritorno e prender vendetta dei nemici del suo popolo e suoi. Si sa quale luogo tenesse nella coscienza dei Bretoni vinti, ma non caduti di animo,… Continue reading Graf – Artù nell’Etna

Bretagna – Artù scopre il suo «disonore»

La ferita era così profonda e pericolosa, che Lancillotto rimase un mese tra la vita e la morte. Infine cominciò a sentirsi meglio e presto ritrovò tutta la propria bellezza: tanto che Passarosa, che lo vegliava giorno e notte, non seppe più resistere. Un giorno andò da lui, adornata come meglio aveva potuto: «Signore –… Continue reading Bretagna – Artù scopre il suo «disonore»

Bretagna – Morgana fa impazzire Lancillotto

Re Artù aveva una sorella chiamata Morgana, che aveva appreso da Merlino tanti inganni e incantamenti che una moltitudine di persone, tra cui molti sciocchi, la chiamavano Morgana la Fata, o perfino la Dea. Ella amò un cavaliere chiamato Guiomar, cugino della regina Ginevra, e costei le faceva spesso dei rimproveri. Un giorno li colse… Continue reading Bretagna – Morgana fa impazzire Lancillotto

Inghilterra – Gawain giunge infine alla cappella verde

Sprona Gryngolet e prende il sentiero, passa una roccia sull'orlo del bosco, cavalca giù per il colle scosceso fino in fondo alla valle. Attorno guardò: tutto gli pareva selvaggio; non vide alcun segno di riparo lì attorno, ma ovunque strapiombi ripidi e alti e aspre balze rugose, nodose le pietre: il cielo stesso pareva graffiato… Continue reading Inghilterra – Gawain giunge infine alla cappella verde

Ariosto – Il mirto di Astolfo

Quivi stando, il destrier ch'avea lasciato tra le più dense frasche alla fresca ombra, per fuggir si rivolta, spaventato di non so che, che dentro al bosco adombra: e fa crollar sì il mirto ove è legato, che de le frondi intorno il piè gli ingombra: crollar fa il mirto e fa cader la foglia;… Continue reading Ariosto – Il mirto di Astolfo