Caucaso – Batradz vendica suo padre

Gli Æhsærtæggatæ seppellirono il corpo di Hæmyts. Batradz non c'era, era lontano, in spedizione. Come informarlo dell'assassinio di suo padre? Non si sapeva dove trovarlo. Allora gli Æhsærtæggatæ mandarono il Vento Freddo della Sera dal Vento Freddo del Mattino, con l'incarico di dirgli: «Percorri il cielo e la terra, trova il figlio di Hæmyts, Batradz,… Continua a leggere Caucaso – Batradz vendica suo padre

Cheyenne – Coyote danza con le stelle

Poiché la Grande Potenza Misteriosa aveva dato a Coyote molto del suo incantesimo, Coyote stesso divenne molto potente e molto presuntuoso. Non c'era niente, lui credeva, che non potesse fare. Pensava perfino di essere più potente del Grande Mistero, in quanto Coyote talvolta era saggio, ma talaltra stupido. Un giorno, molto tempo fa, gli venne… Continua a leggere Cheyenne – Coyote danza con le stelle

Caucaso – ‘Adeyho e i suoi due sposi

In alto fra le montagne, al di sopra di una parete rocciosa, alle sorgenti dell'impetuoso fiume Yenĵ'eĵ', su una roccia scoscesa, si elevava una fortezza. Là vivevano un uomo e la sua donna, della stirpe dei Narti. L'uomo compiva continue razzie, che erano tutte coronate dal successo: per questo aveva ricevuto il nome di Psebede… Continua a leggere Caucaso – ‘Adeyho e i suoi due sposi

Heidegger – La Parola e la Mano

L'uomo «agisce» con la mano, giacché la mano è assieme alla parola il contrassegno essenziale dell'uomo. Soltanto l'ente che, come l'uomo, «ha» la parola (μῦθος; λόγος), può e deve «avere» anche la «mano». Per mezzo della mano avvengono al tempo stesso la preghiera e l'assassinio, il saluto e il ringraziamento, il giuramento e il cenno,… Continua a leggere Heidegger – La Parola e la Mano

Caucaso – Le mani bianche di ‘Adeyho

La casa di 'Adeyho si trova su un pendio della montagna. Se si guarda verso l'alto, dalla pianura, essa appare piccola piccola. Una sorta di scalinata vi dà accesso. La casa è vuota; soltanto, sui muri, sono disegnati una cupoletta e una mezzaluna. Nelle vicinanze c'è qualcosa di allungato, simile a fuliggine. Si racconta che… Continua a leggere Caucaso – Le mani bianche di ‘Adeyho

Propp – Il dito tagliato

Quello del dito è un tipo di mutilazione conservato dalla fiaba con particolare ricorrenza. Il taglio del dito veniva praticato dopo la circoncisione. Webster racconta a tale proposito: «Dopo la parziale guarigione essi [i neofiti] si presentavano davanti a un uomo mascherato che, con un colpo d'accetta, asportava loro il mignolo della mano sinistra. Ci… Continua a leggere Propp – Il dito tagliato

Goffredo di Strasburgo – Isotta dalle Bianche Mani

Tristano rimane in Alemagna sei mesi o più, ma poi gli viene gran desiderio di tornare nella propria terra per avere notizie e sapere quello che vanno dicendo dell'amica. Decide dunque di lasciare l'Alemagna e di ritornare là donde è venuto, prima in Normandia, e poi presso i figli di Rual, in Parmenia. Spera di… Continua a leggere Goffredo di Strasburgo – Isotta dalle Bianche Mani