Lévi-Strauss – Magia e scienza: due modi di conoscenza

Non vogliamo ritornare alla tesi ricorrente (e d'altronde ammissibile, nella prospettiva limitata in cui si colloca) secondo cui la magia sarebbe una forma timida e balbettante della scienza: pretendere di ridurre il pensiero magico a un momento o a una tappa dell'evoluzione tecnica e scientifica, significherebbe rinunciare a ogni possibilità di comprenderlo. Simile a un'ombra… Continue reading Lévi-Strauss – Magia e scienza: due modi di conoscenza

Egitto – Satni-Khâmoîs e le mummie

C'era una volta un re, chiamato Usimare, che aveva un figlio chiamato Satni-Khâmoîs, che a sua volta aveva un fratello di latte che si chiamava Inarôs. Satni-Khâmoîs era molto istruito in tutte le cose, e passava il tempo andando su e giù per la necropoli di Menfi per leggervi i libri di scrittura sacra e… Continue reading Egitto – Satni-Khâmoîs e le mummie

Yates – La «filosofia» della memoria di Giordano Bruno

Nelle pagine introduttive delle Ombre l'arte della memoria che sta per essere rivelata è presentata da Giordano Bruno come un segreto ermetico: vi si dice che essa è in effetti opera di Ermes, che consegna ai filosofi un libro, che la contiene. Per di più, il titolo, De umbris idearum, è tratto da un'opera magica,… Continue reading Yates – La «filosofia» della memoria di Giordano Bruno

Yates – Giordano Bruno e la memoria ermetica

Il primo libro sulla memoria che Giordano Bruno pubblicò, il De umbris idearum, fu dedicato a un re francese, Enrico III; le parole di apertura promettono di rivelare un segreto ermetico. Questo libro è il successore del Teatro di Camillo, e Bruno è un altro italiano che porta un «segreto» sulla memoria a un altro… Continue reading Yates – Giordano Bruno e la memoria ermetica

Pu Sung-Ling – Il pero magico

Un agricoltore venne dalla campagna per vendere le sue pere. Esse erano fragranti e succose, e l'uomo le stava vendendo molto bene, quando un sacerdote taoista, coperto di rozze vesti e di sciarpe sbrindellate, comparve accanto al carro e chiese qualche frutto. L'agricoltore lo scacciò, ma quello non volle saperne di andarsene. L'altro alzò la… Continue reading Pu Sung-Ling – Il pero magico

Irlanda – Il cantastorie che non aveva più storie da raccontare

Al tempo in cui i Tuatha dé Danann regnavano su tutta l'Irlanda, viveva a Leinster un re che amava sentir raccontare storie. Come tutti i principi d'Irlanda aveva anche lui un cantastorie al suo servizio, a cui aveva dato un feudo di terra, purché ogni sera gli raccontasse una storia diversa. Questo cantastorie conosceva più… Continue reading Irlanda – Il cantastorie che non aveva più storie da raccontare

Foucault – Don Chisciotte e la nuova pazzia dell’Occidente

Con i loro giri e rigiri le avventure di don Chisciotte tracciano il limite: in esse hanno termine i giochi antichi della somiglianza e dei segni; in esse già nuovi rapporti si stringono. Don Chisciotte non è l'uomo della stravaganza ma piuttosto il pellegrino meticoloso che fa tappa davanti a tutti i segni della similitudine.… Continue reading Foucault – Don Chisciotte e la nuova pazzia dell’Occidente