Heidegger – Il bagno nel fiume Lete

Alla fine del dialogo platonico sull'essenza della πόλις, si parla di un δαιμόνιος τόπος... di una «località insolita», di un «dove» entro i cui siti e percorsi l'in-solito risplende espressamente, e in cui l'essenza dell'essere è essenzialmente presente in un senso eccellente. La località nominata nel mito conclusivo della Politeia di Platone non si trova… Continue reading Heidegger – Il bagno nel fiume Lete

Deleuze – I paradossi del Passato Puro

Chissà, forse i Filosofi non sono che bambini invecchiati anzitempo, una specie di Narratori così rapidi nel concepimento del Racconto, che agli altri poi lo sanno narrare solo navigandolo all'incontrario. Dicesi scienza del Salmone – questo nuotare controcorrente, a ritroso: questo andare dalla Fine all'Inizio, ciascuno del suo proprio essere al mondo. Forse è di… Continue reading Deleuze – I paradossi del Passato Puro

Lacan – Il sogno angosciato e la rimozione

Prendete Freud – dice Lacan – prendete il caso dell'«Uomo dei lupi». Il soggetto è afflitto da un trauma «immaginario»: la vista di una copula tra i genitori in una posizione a tergo. C'è, dunque, «in principio» un vedere. L'uomo dei lupi «vede» quella scena in età assai precoce. Quando? tra i sei e i… Continue reading Lacan – Il sogno angosciato e la rimozione

C’è Sophia e Sophia

Thot è convinto che la sua invenzione «renderà gli Egiziani più sapienti e arricchirà la loro memoria». Assicura che la scrittura sarà una portentosa «medicina per la sapienza e per la memoria». Sappiamo come la pensa Platone: σοφία e μνήμη, sapienza e memoria, non sono che le due «chiavi» di uno stesso tesoro – perché… Continue reading C’è Sophia e Sophia

Pavel Kutzko – La Scena è la Lontana

… ci sono persone di lassù, e persone di quaggiù (soggetti smodatamente sublimi e soggetti modestamente comici) – ci sono manie e depressioni, effimere esaltazioni e cadute vertiginose, rinascite e necrologi, emersioni ed immersioni, creazioni e distruzioni, a popolare il simbolismo della nostra Lingua Pop. Polo nord e polo sud, o semplicemente alto e basso… Continue reading Pavel Kutzko – La Scena è la Lontana

L’epicureo e il devoto di Kafka

Epicuro consiglia: λάθε βιώσας – vivi nascosto, non dare nell'occhio, passa inosservato, non uscire dalla latitanza. Il devoto di Kafka invece fa di tutto per farsi notare, vuole essere visto, perché solo sotto lo sguardo della gente riesce a sentirsi vivo. E dunque: epicureo ≠ devoto vivo = nascosto ≠ vivo = visibile Per sentirsi… Continue reading L’epicureo e il devoto di Kafka