Deleuze – Il lampo e il cielo buio

L'indifferenza ha due aspetti: l'abisso indifferenziato, il nero niente, l'animale indeterminato in cui tutto è dissolto; e insieme il bianco niente, la superficie ridivenuta calma in cui fluttuano determinazioni slegate, come membra sparse, teste decollate, braccia prive di spalla, occhi senza fronte. L'indeterminato è del tutto indifferente, ma le determinazioni fluttuanti non lo sono meno… Continue reading Deleuze – Il lampo e il cielo buio

In quanto al nostro eretico erotismo

Ogni simbolo è un insieme ritmico che comprende i ritmi comuni ed essenziali di una serie di fenomeni, i quali rimangono sparsi su piani differenti grazie ai loro ritmi secondari... (Schneider, Gli animali simbolici) Una «sequenza» (a b c S), dice Schneider, «è apparentata» a un'altra (d e f S) dall'elemento S che hanno in… Continue reading In quanto al nostro eretico erotismo

Lacan – L’ansia e l’accesso al simbolico

Gli appioppa il simbolismo con estrema violenza, Melanie Klein, al piccolo Dick! Comincia subito a scaraventargli addosso le interpretazioni maggiori, in una verbalizzazione brutale del mito edipico quasi altrettanto rivoltante per noi quanto per qualunque altro lettore: Tu sei il piccolo treno, tu vuoi fottere tua madre. Questo modo di fare offre evidentemente il pretesto… Continue reading Lacan – L’ansia e l’accesso al simbolico

L’apollineo e il dionisiaco

L'apollineo e il dionisiaco: due «forze» linguistiche della natura, forzate a coesistere in una lingua sola. La lingua umana, ovvero il Regno delle due sintassi. C'è la sintassi dei sogni e c'è quella dei simboli. Una cosa è montare un film muto, altro è scriverne la sceneggiatura. Il «mondo d'immagini del sogno» ha il suo… Continue reading L’apollineo e il dionisiaco

I fratelli siberiani

In Siberia si narra di Qocia Qan, un uomo impudico che, a causa della sua smodatezza sessuale, fu scagliato sopra le nuvole per essere relegato nel settimo cielo. È detto inoltre che egli era il secondo dei tre fratelli nati dalla figlia del dio Ülgän, e dunque uno dei suoi tre «nipoti». Alla maschera di… Continue reading I fratelli siberiani

La terapia del forte

Sposarsi bene! È 'na parola! Come si fa? Come fa, soprattutto, un «timido» qual è Apollo – a pescare dal mazzo dei tarocchi la Donna giusta, se c'è sempre un baro a mischiare le carte? Sempre uno «più forte» di lui al gioco delle coppie? Apollo, la sua Donna, l'aveva pure trovata. Solo che il… Continue reading La terapia del forte

Possesso e proprietà

Non puoi trovarmi, se non mi hai perduta – dice la Voce della foresta. Dice che ora siamo forestieri – e che ci alimentiamo di cultura. E tuttavia quella Voce ancora ulula – ancora ci richiama alla Tana del Lupo. Che dici? – almeno dodici notti all'anno, non sarà il caso di tornarci? Il miele… Continue reading Possesso e proprietà