Schneider – Il significato delle ali

La grande importanza rituale delle mani e delle braccia (macerazione della carne, salasso) è certamente da attribuirsi al fatto che essi furono considerati come un analogo cosmico, alquanto più basso, delle ali. Mentre nel braccio si manifesta la forza fisica, le ali sono l'organo di un agire spirituale che, pur meno forte della potenza spontanea… Continua a leggere Schneider – Il significato delle ali

Eliade – La lingua segreta degli sciamani

Nel periodo dell'iniziazione lo sciamano deve imparare la lingua segreta che userà durante le sedute per comunicare con gli spiriti e gli animali-spiriti. Questa lingua segreta l'apprende o da un maestro o con mezzi propri, cioè direttamente dagli «spiriti» […] Ogni sciamano ha un suo canto speciale che intona per invocare gli spiriti. Anche quando… Continua a leggere Eliade – La lingua segreta degli sciamani

La maledizione del Fabbro

Alla festa si va «vestiti di piume». Si va truccati! Del resto, come si può fare a meno del trucco, se la seduzione è il Trucco? se baratto scambio e gioco, giocano a favore tutti di uno stesso Vento? Il primo trucco, il primo inganno sta nel Vestito, si nasconde dietro la Maschera che indossano… Continua a leggere La maledizione del Fabbro

L’alfabeto dei trampolieri

Il Racconto racconta che il più antico alfabeto greco era fatto di cinque vocali e due sole consonanti (B e T), e che a inventarlo fossero state le Moire, che poi Palamede, figlio di Nauplio, avesse aggiunto altre undici consonanti e che, infine, Ermes avesse «tradotto» i loro suoni in segni: che avesse cioè insegnato… Continua a leggere L’alfabeto dei trampolieri

Schneider – Parola e suono

La frase biblica: «All'inizio fu la Parola», non è un prodotto della cultura avanzata, bensì appartiene al patrimonio concettuale più arcaico dell'umanità. Perfino gli Uitoto, che vivono in orde selvagge nella foresta vergine sudamericana, hanno una tradizione che afferma: «All'inizio la Parola diede origine al Padre». Queste stirpi primitive intendono con «Padre» il dio celeste.… Continua a leggere Schneider – Parola e suono

Possesso e proprietà

Non puoi trovarmi, se non mi hai perduta – dice la Voce della foresta. Dice che ora siamo forestieri – e che ci alimentiamo di cultura. E tuttavia quella Voce ancora ulula – ancora ci richiama alla Tana del Lupo. Che dici? – almeno dodici notti all'anno, non sarà il caso di tornarci? Il miele… Continua a leggere Possesso e proprietà