Zhuang-zi – Il Tempo del Destino

La moglie di Zhuang-zi era morta, Hui-zi andò a fargli le condoglianze. Trovò Zhuang-zi seduto a gambe incrociate a forma di setaccio, che cantava battendo il tempo su una scodella. Hui-zi gli disse: «Che non piangiate la morte di colei che fu vostra compagna di vita e allevò i vostri figli, è già abbastanza grave,… Continue reading Zhuang-zi – Il Tempo del Destino

Corbin – Fravarti e Valchirie

Nella cosmologia mazdea le Fravarti sono entità femminili, archetipi celesti di tutti gli esseri che compongono la Creazione di luce. Ogni essere, passato dallo stato celeste o sottile (mênôk) allo stato materiale e visibile (gêtik), ha nel mondo celeste la propria Fravarti che assume nei suoi confronti il ruolo di angelo tutelare. Meglio ancora: tutti… Continue reading Corbin – Fravarti e Valchirie

Gnoli – Lo stato di «maga»

I termini gâthici maga e magavan sono stati oggetto di numerose discussioni da parte degli studiosi delle Gâthâ sia dal punto di vista strettamente linguistico sia per l'importanza che loro eventuali interpretazioni possono avere per la ricostruzione della religiosità zoroastriana primitiva. È noto infatti che il Nyberg, proponendo una determinata interpretazione del maga gâthico, gettò… Continue reading Gnoli – Lo stato di «maga»

Il nome che ti do è Garôtmân

L'impresa dell'uccello Garuda ricorda l'inno di Rig Veda, 3: 48.4, in cui si narra della vittoria su Tvastr e della conquista del Soma da parte di Indra. La formula sembra essere: Garuda sta a Indra, come l'amrta al Soma. Con questa sfumatura però: che Garuda è costretto a «rubare» quel che Indra con la forza… Continue reading Il nome che ti do è Garôtmân