Perrault – Pelle d’Asino

C'era una volta un re così grande, così amato dai suoi popoli, così rispettato dai vicini e dagli alleati, che si poteva dire il più fortunato dei sovrani. La sua fortuna era anche confermata dalla scelta fatta d'una principessa non meno bella che virtuosa, con la quale viveva nel massimo accordo. Dalla loro unione una… Continue reading Perrault – Pelle d’Asino

Mundurucu – Origine del veleno da pesca

C'era una volta un indio che a caccia era sempre sfortunato. Egli portava alla moglie solo uccelli inhambù, il cui brodo è amaro. Un giorno, avendo sentito dire di un'offesa fatta alla moglie, egli se ne va nella foresta, dove incontra un branco di scimmie cappuccine. Egli tenta di catturare una femmina e successivamente un… Continue reading Mundurucu – Origine del veleno da pesca

Eschimesi – Fratello Luna e sorella Sole

Nei tempi antichi, in un villaggio di pescatori era usanza che i giovani, ogni sera dopo il tramonto, si adunassero nella Casa delle Danze e dei Canti che sorgeva al centro del villaggio. Alla luce delle lampade, alimentate con olio di foca, danzava ogni notte la più bella fanciulla, la più radiosa che i pescatori… Continue reading Eschimesi – Fratello Luna e sorella Sole

Saxo Grammaticus – Amleto tentato da una donna

Amleto vedeva tutte queste cose, ma temeva che un comportamento troppo scaltro potesse insospettire lo zio. Decise pertanto di fingersi ottuso e simulare una totale mancanza di senno. Questa astuta linea di condotta non solo nascose la sua intelligenza, ma garantì la sua sicurezza. Tutti i giorni se ne stava, sudicio e neghittoso, nella casa… Continue reading Saxo Grammaticus – Amleto tentato da una donna

Il lupo perde il pelo, ma non il vizio

C'era da immaginarselo. Il lupo perde il pelo, ma non il vizio. Il lupo ha il «vizio» di voler essere libero e perciò non s'arrende alla catena e, a costo di rimetterci tutti i peli del collo, si divincola, si agita, non si dà pace finché non la spezza. Sappiamo com'è andata al lupo nel… Continue reading Il lupo perde il pelo, ma non il vizio

Salish Catlo’ltq – Il cervo va a rubare il fuoco

Un uomo aveva una figlia che possedeva un arco e una freccia meravigliosi, con cui poteva abbattere tutto quello che voleva. Ma la ragazza era pigra e se ne stava sempre a dormire. Perciò, suo padre si adirò e le disse: «Non startene sempre a dormire! Prendi invece il tuo arco e la tua freccia… Continue reading Salish Catlo’ltq – Il cervo va a rubare il fuoco

Stazione di posta

[…] in tutta la nostra discussione abbiamo convenuto di assegnare il senso proprio all'appetito alimentare e il senso figurato all'appetito sessuale (Lévi-Strauss, Dal miele alle ceneri, p.301) E dunque: il miele in senso proprio, è quello che mangiamo – il miele figurato è invece quello che ci mangia. L'uno ci sfama, l'altro ci divora –… Continue reading Stazione di posta