Iréne Matthis – La madre pre-edipica

La controversia irrisolta sulla sessualità femminile è stata ripresa negli anni '60 dal Movimento di liberazione della donna. La cosa ha stimolato ulteriori studi intorno a una delle poche cose su cui tutti gli interlocutori degli anni '20 e '30 si trovavano d'accordo: l'importanza del periodo pre-edipico nello sviluppo della donna, e in particolare lo… Continue reading Iréne Matthis – La madre pre-edipica

Paroline magiche e formichine

È possibile trovarsi nelle circostanze (nell'Umwelt) di una «cosa», prima ancora di sapere come si chiama. È possibile avere a che fare con la «cosa» senza parlarla, senza saperla o volerla nominare, magari senza avere di che nominarla, senza avere nessun nome per significarla. È possibile «usare» la cosa, prendersene cura senza nemmeno sapere di… Continue reading Paroline magiche e formichine

Lacan – L’appello nel campo della parola

Ritorno al caso descritto da Melanie Klein. Il bambino è lì. Dispone di un certo numero di registri significativi. Melanie Klein – qui la possiamo seguire – sottolinea l'estrema ristrettezza di uno di loro: il campo immaginario. Normalmente, per le possibilità del gioco di trasposizione immaginaria, si può attuare la valorizzazione progressiva degli oggetti sul… Continue reading Lacan – L’appello nel campo della parola

Aiguesmortes – Devo ancora nascere

Tutto è di là che proviene: dal gorgo di un buco nero. E tutto in quell'oscuro gorgo sprofonda. Proposizione antica, è questa – da cui, a quanto pare, prese a filosofare un tale Anassimandro. È necessario, disse, è Ananke che lo pretende: tutto ciò che sorge, è necessario che tramonti non altrove che ricadendo nel… Continue reading Aiguesmortes – Devo ancora nascere

Tra domanda e risposta

Attendere senza sapere chi o che cosa, domandare ma senza mai avere lo straccio d'una risposta, desiderare qualcuno o qualcosa e permanere nella sua mancanza e, ciononostante, continuare ad attendere, insistere a domandare e desiderare – dimmelo tu se questo non è fin «troppo umano» per non disilludere chiunque di noi pensi di esserne immune… Continue reading Tra domanda e risposta

Lévi-Strauss – L’enigma e l’incesto

Gli Indiani Irochesi e Algonchini raccontano la storia di una ragazza, esposta alle imprese amorose di un visitatore notturno, che essa crede suo fratello. Tutto sembra denunciare il colpevole: aspetto fisico, abiti, guancia graffiata (che prova la virtù dell'eroina). Formalmente accusato da costei, il fratello rivela di avere un sosia, o più esattamente un doppio:… Continue reading Lévi-Strauss – L’enigma e l’incesto

Dopo l’amplesso

Dopo l'amplesso, è detto, Enkidu «non aveva più forze». Non era più la Forza [della Natura Selvatica] che era stato fino a un attimo prima d'essere «sedotto». Non era più l'uomo dei boschi. Non era più il compagno delle bestie selvatiche, ma in compenso aveva ricevuto in dono dalla donna «metà della sua veste». Abbiamo… Continue reading Dopo l’amplesso