Deleuze – La crudeltà dell’eterno ritorno

Nessuno meno di Nietzsche può passare per un'anima bella. Se la sua anima è estremamente bella, non lo è nel senso di un'anima bella; nessuno ha sentito di più il senso della crudeltà, il gusto della distruzione. Il mondo moderno è il mondo dei simulacri. In esso l'uomo non sopravvive a Dio, l'identità del soggetto… Continua a leggere Deleuze – La crudeltà dell’eterno ritorno

Deleuze – Il lampo e il cielo buio

L'indifferenza ha due aspetti: l'abisso indifferenziato, il nero niente, l'animale indeterminato in cui tutto è dissolto; e insieme il bianco niente, la superficie ridivenuta calma in cui fluttuano determinazioni slegate, come membra sparse, teste decollate, braccia prive di spalla, occhi senza fronte. L'indeterminato è del tutto indifferente, ma le determinazioni fluttuanti non lo sono meno… Continua a leggere Deleuze – Il lampo e il cielo buio

Deleuze – I segni della ripetizione

La riproduzione dello Stesso non è motrice di gesti. È noto che persino l'imitazione più semplice comprende la differenza tra l'esterno e l'interno. E anzi, l'imitazione ha solo un ruolo regolatore e secondario nel costruire un comportamento, consentendo di correggere movimenti sul punto di farsi, e non di instaurarsi. L'apprendimento non si fa nel rapporto… Continua a leggere Deleuze – I segni della ripetizione

Ci sono cose che meritano di essere sapute

Ci sono cose che meritano di essere sapute, di essere perlomeno prese in considerazione, ma solo da chi ne ha un disperato bisogno. Agli altri non servono. Agli altri fanno solo confusione nella testa. … la Natura «crea» istante per istante, non cessa mai di «creare». La Natura non «crea» l'Uomo, né il Cane, né… Continua a leggere Ci sono cose che meritano di essere sapute

Deleuze – Ripetizione e simmetria

Il nostro problema riguarda l'essenza della ripetizione. Si tratta di sapere perché la ripetizione non si lascia spiegare con la forma di identità nel concetto o nella rappresentazione, e in che senso essa esiga un principio «positivo», superiore. Questa ricerca deve vertere sull'insieme dei concetti della natura e della libertà. Consideriamo, al limite dei due… Continua a leggere Deleuze – Ripetizione e simmetria

Tanikawa – Quando gli Uccelli sparirono dal Cielo

Il giorno in cui le Bestie sparirono dalla Foresta la Foresta trattenne il respiro. Il giorno in cui le Bestie sparirono dalla Foresta gli umani continuarono a costruire strade. Il giorno in cui i Pesci sparirono dal Mare il Mare cupamente gemette. Il giorno in cui i Pesci sparirono dal Mare gli Umani continuarono a… Continua a leggere Tanikawa – Quando gli Uccelli sparirono dal Cielo

Deleuze – Il «teatro» di Kierkegaard e Nietzsche

Kierkegaard e Nietzsche appartengono a una stirpe di pensatori che introducono nella filosofia nuovi mezzi di espressione, e si ama parlare nei loro confronti di superamento della filosofia. Ora, al centro della loro opera è il problema del movimento, in quanto essi rimproverano a Hegel di fermarsi a un falso movimento, al movimento logico astratto,… Continua a leggere Deleuze – Il «teatro» di Kierkegaard e Nietzsche