Caucaso – Le imprese di Ajsana

… Ajsana entrò nella casa degli Æhsærtæggatæ. Vicino al muro di fondo era seduta la moglie la Soslan. Ella non guardò neppure dalla parte del figlio di Uryzmæg, ella non si mosse dal suo posto e non lo salutò. Ajsana disse: «Come sei diventate pesante, buona donna! Dopo tutto, non sono uno straniero per te,… Continue reading Caucaso – Le imprese di Ajsana

Donà – Le porte dell’altro mondo

Che l'Altro Mondo comunichi col nostro mondo attraverso delle porte, è una credenza antichissima, che ritroviamo effigiata in innumerevoli monumenti figurativi e che viene descritta da tutte le tradizioni metafisiche. La storia che meglio illustra questo mitologema è forse quella, notissima, degli Argonauti e delle Simplegadi, una storia che parecchi autori classici ci hanno narrato… Continue reading Donà – Le porte dell’altro mondo

Calvino – Pomo e Scorzo

Una volta c'era marito e moglie, gran signori. Avrebbero voluto un figliolo, e non ne avevano. Un giorno, quel signore era per via e incontra un Mago. «Signor Mago, m'insegni un po' – gli dice – come posso fare ad avere un figlio?». Il Mago gli dà una mela e dice: «La faccia mangiare a… Continue reading Calvino – Pomo e Scorzo

Le mille e una notte – Il primo viaggio di Sindbad

Sappiate, rispettabili signori, che io avevo un padre che era uno dei più grandi mercanti e possedeva grandi ricchezze e mezzi di fortuna abbondanti. Egli morì quando ancora ero ragazzo, lasciandomi in eredità denaro, beni immobili e terreni. Divenuto grande, io posi mano a tutte queste ricchezze; mangiavo e bevevo sontuosamente, frequentavo la gioventù, indossavo… Continue reading Le mille e una notte – Il primo viaggio di Sindbad

Primo Quadro … u guagliuncielle jeve addò a carrozza u purtava

Insomma: u guagliuncielle jeve addò a carrozza u purtava … ma neanche a carrozza sapeva addò jeve, pecché a carrozza jeve … addò a tiravano i cavalle … Ma chi sono queste «cavalle»? E cosa intende Parmenide quando le definisce πολύφραστοι («polifrastiche»)? Se sono «sapientissime» come traducono i più, non è fuori luogo domandarsi di… Continue reading Primo Quadro … u guagliuncielle jeve addò a carrozza u purtava

Parmenide – Le cavalle mi portavano

… a zonzo le cavalle mi portavano fin dove l'ardire avessi avuto di viaggiare fin quando viaggiando le cavalle su una via mi portarono di mille voci lastricata la via che a ciascuno il suo demone illumina e che di paese in paese mena chi quelle [mille] voci alla luce dei suoi occhi se le… Continue reading Parmenide – Le cavalle mi portavano