Le mille e una notte – La storia del mugnaio e di sua moglie

Si racconta di un tale che possedeva un mulino e aveva un asino che girava la macina. Sua moglie era cattiva; lui le voleva bene, mentre lei non lo poteva soffrire e amava un suo vicino, il quale a sua volta la detestava e la teneva a distanza. Una notte il marito vide in sogno… Continue reading Le mille e una notte – La storia del mugnaio e di sua moglie

Le mille e una notte – La storia del bue, dell’asino e del contadino

Sappi, figlia mia, che c'era una volta un mercante con averi e armenti, moglie e figliuoli. Iddio gli aveva dato la conoscenza delle lingue degli animali e degli uccelli. Questo mercante abitava in campagna, e aveva in casa un asino e un bue. Un giorno, il bue si recò al posto dell'asino, e lo trovò… Continue reading Le mille e una notte – La storia del bue, dell’asino e del contadino

Perrault – Pelle d’Asino

C'era una volta un re così grande, così amato dai suoi popoli, così rispettato dai vicini e dagli alleati, che si poteva dire il più fortunato dei sovrani. La sua fortuna era anche confermata dalla scelta fatta d'una principessa non meno bella che virtuosa, con la quale viveva nel massimo accordo. Dalla loro unione una… Continue reading Perrault – Pelle d’Asino

Basile – Antuono da Alarigliano

Si racconta che c'era una volta al paese di Marigliano una femmina da bene chiamata Masella, che, oltre a sei figlie nubili, simili a sei pertiche, aveva un figlio maschio, così tanghero, così bestia, che non valeva pel giuoco della neve; tanto che essa se ne stava come scrofa con la spranghetta in bocca, e… Continue reading Basile – Antuono da Alarigliano

Nezâmî – L’onagro che guidò Bahrâm Gûr al tesoro

Un giorno dal suo giardino paradisiaco, Bahrâm salpò con la sua nave per navigare sulla rotta del vino e, bevuto che ebbe in abbondanza, partì ebbro per la campagna; con l'arco pronto alla preda, per gli onagri scavò più di una tomba. Tanti furono gli onagri che prese con la forza, che i campi erano… Continue reading Nezâmî – L’onagro che guidò Bahrâm Gûr al tesoro

Nag Hammadî – L’ambiguità di Sophia

Io sono l'onorata e la disprezzata. Io sono la prostituta e la rispettabile. Io sono la donna e la vergine. Io sono la madre e la figlia. Io sono le membra di mia madre … Io sono il silenzio tacito e irraggiungibile. Io sono l'Intelligenza di cui molte cose al mondo serbano memoria. Io sono… Continue reading Nag Hammadî – L’ambiguità di Sophia

Apuleio – Le quattro prove imposte a Psiche

Appena Venere vide Psiche a lei trascinata innanzi e consegnata, si fece una gran risata, una di quelle di cui di solito ridono le persone quando sono stizzite, e scuotendo il capo e grattandosi l'orecchio destro disse: «Ti sei finalmente degnata di venire a salutare tua suocera? O sei venuta a visitare lo sposo che,… Continue reading Apuleio – Le quattro prove imposte a Psiche