Lévi-Strauss – Il miele e le bacche selvatiche

Una vecchia rana rapisce i bambini. Lo raccontano in Sudamerica diversi miti Warrau (cfr. in particolare la storia di Haburi), ma lo raccontano anche in Nordamerica (vedi il mito Ojibwa della vecchia-rospo). Conviene riparlarne per giustificare la comparazione. L'eroina Warrau [la madre di Haburi] è una giovane che vive con la sorella nella foresta, dove,… Continua a leggere Lévi-Strauss – Il miele e le bacche selvatiche

Arawak – La datrice di miele e birra

Una volta nella foresta c'era abbondanza di nidi di ape e di miele, e un indigeno era divenuto celebre per la sua abilità nel trovarli. Un giorno, mentre scavava un tronco a colpi d'ascia per estrarre il miele, egli udì una voce che diceva: «Attenzione! Mi ferisci!». Proseguì il lavoro con precauzione e scoprì all'interno… Continua a leggere Arawak – La datrice di miele e birra

Arawak – La storia di Adaba

Tre fratelli andarono una volta a caccia, portando con sé la sorella. Mentre questa rimaneva nell'accampamento, essi percorrevano la boscaglia in cerca di selvaggina, senza però mai prendere nulla. Se mai gli riusciva di catturare qualcosa, era a volte un tacchino selvatico. Passavano i giorni, e i fratelli erano sempre sfortunati. Vicino all'accampamento c'era un… Continua a leggere Arawak – La storia di Adaba

Warrau – Ape diventa genero

C'era una volta un Indio. E quest'Indio un giorno andò a caccia. Non ci andò da solo, ma portò con sé tre dei suoi cinque figli: i due maschietti e una delle tre femmine. Le altre due rimasero al villaggio a fare compagnia alla madre. Quando si furono inoltrati nella foresta, il cacciatore e i… Continua a leggere Warrau – Ape diventa genero

Eliade – La stanchezza di Dio

In Romania si racconta che Dio, dopo averla creata, osservò che la Terra si era tanto estesa da non lasciare più spazio alle acque. Non sapendo come porre rimedio, mandò allora l'ape dal riccio, il più astuto di tutti gli animali, per chiedergli consiglio. Il riccio però si rifiutò di dare il suo aiuto, col… Continua a leggere Eliade – La stanchezza di Dio

Schneider – Quando le idee si ballavano

Nelle culture primitive sono innumerevoli i racconti che ci narrano la superiorità morale degli animali sugli uomini. Dicono che le caratteristiche morali eminenti dell'animale sono un giudizio esatto delle cose e una grande fedeltà. Inoltre – ed anche questo è considerato un argomento di superiorità morale – è molto appassionato alla musica. La verità è… Continua a leggere Schneider – Quando le idee si ballavano

Sedurre ancora, solo per uccidere ancora?

A diciotto mesi il παίς, il bambino non dà più segni di «giubilo» dinanzi allo specchio. D'un tratto, pare che egli non «trionfi» più sull'immagine che ha di fronte, che anzi si trovi lui a esserne «dominato». Ora, il bambino non cerca più il «confronto» – perlomeno non lo cerca più col piglio e l'entusiasmo… Continua a leggere Sedurre ancora, solo per uccidere ancora?

Alle Signore degli indovinelli

La Sfinge pose a Edipo il ben noto enigma. Gli chiese: «qual è l'animale che la mattina si regge su quattro gambe, in pieno giorno su due, e la sera su tre?». La cosa curiosa è che l'indovinello, formulato con il ricorso all'immagine delle gambe, è rivolto a Edipo che, come dichiara il suo stesso… Continua a leggere Alle Signore degli indovinelli

Opaié – L’origine del miele

In principio gli uomini non si distinguevano dagli animali. Allora, di tutto il miele che c'era al mondo, il lupo era proprietario unico ed esclusivo. E mentre i suoi figli si abbuffavano di miele sin dal mattino, il lupo non ne dava agli altri animali. Un giorno però la piccola tartaruga, la testuggine terrestre, bussò… Continua a leggere Opaié – L’origine del miele