Il Simbolo e il Diavolo

Apollo ricorda Coronide. È da un po' che l'ha «uccisa», a quest'ora dovrebbe essere tutto finito, e invece. Invece Apollo ricorda, trattiene qualcosa – sebbene tutto il resto sia stato «soppresso», c'è qualcosa che ancora lo tormenta, lo stressa, lo tocca. Qualcosa che lo riguarda [dallo specchio]. Qualcuno che gli rivolge la parola dall'«assenza». Coronide… Continue reading Il Simbolo e il Diavolo

Moby Dick ha scelto il mare

Cosa c'è che non va nel piccolo Dick? Non risponde che assai di rado e in modo vago ai richiami della dottoressa. È questo che non va: rimane indifferente agli stimoli, non mostra «il minimo interesse» per i giocattoli che lei gli mette davanti. Dick ha difficoltà a entrare nella Realtà Umana. Dick prende il… Continue reading Moby Dick ha scelto il mare

Legati mani e piedi

… in un intrigo di lacci corde e catene, ecco dove siamo capitati. Ci destiamo alla vita, che siamo legati. Legati mani e piedi al destino del mondo. E se il mondo è destinato a perdersi nell'illusione di un'eternità, o se è votato a vincersi nel giubilo silente della sua estinzione – questo, se l'abbiamo… Continue reading Legati mani e piedi

Lacan – L’ansia e l’accesso al simbolico

Gli appioppa il simbolismo con estrema violenza, Melanie Klein, al piccolo Dick! Comincia subito a scaraventargli addosso le interpretazioni maggiori, in una verbalizzazione brutale del mito edipico quasi altrettanto rivoltante per noi quanto per qualunque altro lettore: Tu sei il piccolo treno, tu vuoi fottere tua madre. Questo modo di fare offre evidentemente il pretesto… Continue reading Lacan – L’ansia e l’accesso al simbolico

L’Uomo non ha fretta

To take to give is all (Dylan Thomas) ** Ci mangiamo futuro. Tanto futuro, a volte, in un boccone solo. Per ingordigia ci riduciamo a vivere una vita breve, a consumare in fretta i nostri pasti. Carpe diem! – ditelo ai maiali, glielo manda a dire quel porco del gregge di Epicuro: carpisci, prendi, arraffa… Continue reading L’Uomo non ha fretta