Nietzsche – Chiedere la parola

Il carattere demagogico e l'intenzione di influire sulle masse sono attualmente comuni a tutti i partiti politici: essi sono tutti costretti, per la detta intenzione, a trasformare in grandi stupidaggini-affresco i loro princìpi e a dipingerli così sulla parete. A questo non c'è più rimedio, anzi è superfluo anche solo alzarvi un dito contro, giacché… Continua a leggere Nietzsche – Chiedere la parola

Nietzsche – Zarathustra e il funambolo

Giunto nella città vicina, sita presso le foreste, Zarathustra vi trovò radunata sul mercato una gran massa di popolo: era stata promessa infatti l'esibizione di un funambolo. E Zarathustra così parlò alla folla: Io vi insegno il superuomo. L'uomo è qualcosa che deve essere superato. Che avete fatto per superarlo? Tutti gli esseri hanno creato… Continua a leggere Nietzsche – Zarathustra e il funambolo

Nietzsche – Dell’amore del prossimo

Voi vi affollate attorno al prossimo e avete belle parole per questo vostro affollarvi. Ma io vi dico: il vostro amore del prossimo è il vostro cattivo amore per voi stessi. Voi fuggite verso il prossimo fuggendo voi stessi, e di ciò vorreste fare una virtù: ma io leggo dentro il vostro «disinteresse». Il tu… Continua a leggere Nietzsche – Dell’amore del prossimo

Nietzsche – Per la questione della comprensibilità

Quando si scrive, non si vuole soltanto essere compresi, ma senza dubbio anche non essere compresi. Non è ancora affatto un'obiezione contro un libro, se una persona qualsiasi lo trova incomprensibile: forse proprio questo era nell'intenzione del suo autore – egli non voleva essere compreso da «una persona qualsiasi». Ogni nobiltà di spirito e di… Continua a leggere Nietzsche – Per la questione della comprensibilità

Nietzsche – Dei mille e uno scopo

Molti paesi ha visto Zarathustra e molti popoli: così ha scoperto il bene e il male di molti popoli. Al mondo, Zarathustra non ha trovato una potenza maggiore di "bene e male". Nessun popolo potrebbe vivere senza prima valutare; ma, se vuole conservarsi, non può valutare così come valuta il suo vicino. Molte cose che… Continua a leggere Nietzsche – Dei mille e uno scopo

Nietzsche – Gli animali e la morale

Le pratiche che vengono perseguite nella società più raffinata: cioè evitare accuratamente il ridicolo, lo stravagante, il pretenzioso; tener nascoste le proprie virtù come pure le bramosie più ardenti, mostrarsi equanime, inserirsi in un ordine, diminuirsi – tutto questo, in quanto costituisce la morale sociale, lo si può trovare grosso modo ovunque, perfino al livello… Continua a leggere Nietzsche – Gli animali e la morale

Nietzsche – La storia è un equivoco

Il nostro mondo sensibile non esiste affatto in modo reale, si contraddice: è un inganno dei sensi. Ma che cosa sono, allora, i sensi? Le cause dell'inganno debbono essere reali. Ma dei sensi noi sappiamo solo mediante i sensi, e ciò rientra quindi nel mondo dell'inganno. Sicché, qualcosa, che non conosciamo, inganna, e il suo… Continua a leggere Nietzsche – La storia è un equivoco

Nietzsche – L’arte antica e l’anima del presente

Poiché ogni arte diventa sempre più capace di esprimere gli stati d'animo, quelli agitati, quelli delicati, quelli drastici e quelli passionali, i maestri moderni, viziati da questi mezzi espressivi, provano disagio di fronte alle opere d'arte del passato, quasi che agli antichi fossero appunto mancati i mezzi di far parlare chiaramente la loro anima, forse… Continua a leggere Nietzsche – L’arte antica e l’anima del presente

Nietzsche – Noi, aerei naviganti dello spirito

Tutti questi arditi uccelli che spiccano il volo nella lontananza, nell'estrema lontananza, di sicuro, a un certo momento non potranno più andar oltre e si appollaieranno su un pennone o su un piccolo scoglio – e per di più grati di questo miserevole ricetto! Ma a chi sarebbe lecito trarne la conseguenza che non c'è… Continua a leggere Nietzsche – Noi, aerei naviganti dello spirito