Ginzburg – Simbolismo e società dualiste

I Voguli-Ostiaki, oggi insediati nella Siberia occidentale, fino al '200 occupavano una vasta zona attorno a Perm, sul versante opposto degli Urali. Un mito racconta che tanto tempo fa alcuni cacciatori tornati dal bosco si preparavano da mangiare. Improvvisamente videro che si stava avvicinando una schiera di gente ostile. Una parte di cacciatori scappò, afferrando… Continue reading Ginzburg – Simbolismo e società dualiste

Erodoto – La leggenda di Aristea di Proconneso

Aristea di Proconneso figlio di Castrobio componendo un poema epico disse di esser giunto, invasato da Febo, presso gli Issedoni e che al di là degli Issedoni abitano gli Arimaspi, uomini che hanno un solo occhio, e al di là di questi i grifi custodi dell'oro, e oltre questi gli Iperborei, che si estendono fino… Continue reading Erodoto – La leggenda di Aristea di Proconneso

Ginzburg – La claviceps purpurea

La claviceps purpurea è un fungo che, favorito da primavere ed estati piovose, si installa sui cereali, in particolare la segale, coprendoli di escrescenze nerastre dette sclerozi. L'ingestione di farina contaminata da segale cornuta provoca vere e proprie epidemie di ergotismo (da ergot, la parola che designa il fungo in inglese e in francese). Di… Continue reading Ginzburg – La claviceps purpurea

Ginzburg – L’istituzione del sacrificio cruento

Nell'istituzione del sacrificio cruento, come racconta la Teogonia di Esiodo, c'è un tentativo di inganno, solo apparentemente coronato da successo. Prometeo divide il grosso bue destinato al sacrificio in due parti: la carne e le interiora destinate agli uomini, e le ossa destinate a bruciare sull'altare per gli dèi. Zeus, nel vedersi presentare le ossa… Continue reading Ginzburg – L’istituzione del sacrificio cruento

Ginzburg – Amirani, un ladro di fuoco nei racconti del Caucaso

Una leggenda raccolta mezzo secolo fa tra gli Svani del Caucaso presenta una versione parzialmente anomala delle gesta di Amirani (che a loro volta presentano notevoli affinità con quelle di Prometeo). A un certo punto Amirani rimane senza fuoco. Scopre che gli unici ad averlo, nel raggio di molte miglia, sono una famiglia di demoni… Continue reading Ginzburg – Amirani, un ladro di fuoco nei racconti del Caucaso

Ginzburg – La risurrezione dalle ossa

In una delle sentenze milanesi pronunciate alla fine del '300 – quella contro [la strega] Pierina – si dice che Oriente riportava in vita i buoi (che erano stati uccisi e divorati dalle sue seguaci) toccandone con una bacchetta le ossa chiuse nelle pelli. Ora, secondo l'Historia Brittonum di Nennio (826 circa), ripresa nella Legenda… Continue reading Ginzburg – La risurrezione dalle ossa