Coomaraswamy – La natura divina dell’ispirazione

L'ispirazione è definita nel Webster's Dictionary come «un influsso sovrannaturale che rende gli uomini atti a ricevere e a comunicare verità divine». Questo lo dice la parola stessa, che implica la presenza di uno «spirito»-guida distinto e pur tuttavia «interno» all'agente che è in-spirato, ma che certo ispirato non è se «esprime se stesso». Prima… Continue reading Coomaraswamy – La natura divina dell’ispirazione

Coomaraswamy – La Porta tra i due mondi

Nelle leggende popolari eschimesi le Montagne Cozzanti sono, significativamente, collegate alle migrazioni degli uccelli. «Tutti gli uccelli che volano al sud devono passare in mezzo ad esse. A piccoli intervalli esse sbattono l'una contro l'altra, così come si battono le mani, e chiunque si trovi in mezzo a loro muore stritolato». Questo pericoloso passaggio è… Continue reading Coomaraswamy – La Porta tra i due mondi

Coomaraswamy – L’ornamento

Secondo la filosofia tradizionale, l'opera d'arte è un memento: il richiamo della sua bellezza segnala una tesi, qualcosa cioè che deve essere compreso, e non solamente goduto. Se oggi, in un mondo che si va sempre più svuotando di significato, ci è già difficile accettare una simile affermazione, ci è ancor più difficile credere che… Continue reading Coomaraswamy – L’ornamento

Coomaraswamy – La Sposa laida

Il racconto della Dama Laida compare in vari contesti irlandesi, tra i quali può esser considerato tipico quello dei Cinque Figli di Eochaid narrato nel Temair Breg e nell'Echtra mac Echdach Mugmedóin. I cinque fratelli a turno si recano a una fonte per ottenere un sorso della sua «acqua delle virtù», fonte che però è… Continue reading Coomaraswamy – La Sposa laida

Coomaraswamy – I due assi della croce

Il chiodo che unisce l'asse trasversale a quello dritto è la conversione e la penitenza dell'uomo (Atti di Pietro, 39) Riteniamo che il piano dell'«elemento orizzontale» sia la terra del Paradiso terrestre innalzato, e che nel simbolismo cosmico della Croce tutto quanto sta al di sotto di questo piano sia rovesciato, e dritto tutto quanto… Continue reading Coomaraswamy – I due assi della croce

Coomaraswamy – Le corps parsemé d’yeux

L'istruttiva disamina di Raffaele Petazzoni su certe divinità provviste di molti occhi o ricoperte di occhi mostra che questo simbolismo ebbe una diffusione quasi universale, e «insieme assai antica». Egli giustamente constata che tale simbolismo è connesso con l'«idea dell'onnipresenza e dell'onniscienza di Dio». Possiamo tuttavia spingere la nostra comprensione di detto simbolismo molto oltre,… Continue reading Coomaraswamy – Le corps parsemé d’yeux

Coomaraswamy – Le rupi cozzanti

La diffusione del motivo degli «Scogli Cozzanti» è un segno della sua antichità preistorica, e autorizza a far risalire la complessa struttura dell'Urmythos della Cerca a un'epoca perlomeno precedente il popolamento dell'America. I segni e i simboli della Cerca della Vita che tanto spesso sopravvivono nella tradizione orale, anche molto tempo dopo essere stati razionalizzati… Continue reading Coomaraswamy – Le rupi cozzanti