Zhuang-zi – Il Tempo del Destino

La moglie di Zhuang-zi era morta, Hui-zi andò a fargli le condoglianze. Trovò Zhuang-zi seduto a gambe incrociate a forma di setaccio, che cantava battendo il tempo su una scodella. Hui-zi gli disse: «Che non piangiate la morte di colei che fu vostra compagna di vita e allevò i vostri figli, è già abbastanza grave,… Continue reading Zhuang-zi – Il Tempo del Destino

Garcia Lorca – Il duende

Signore e Signori, Dall'anno 1918, in cui entrai nella Residencia de Estudiantes di Madrid, al 1928, quando terminati gli studi di filosofia e lettere la lasciai, ho ascoltato in quel raffinato salone, dove accorreva per correggere la propria frivolezza da spiaggia francese la vecchia aristocrazia spagnola, circa un migliaio di conferenze. Con voglia di aria… Continue reading Garcia Lorca – Il duende

L’ispirazione una volta era la sostanza

Un giorno l'uomo era virulento non era che nervi elettrici fiamme d'un fosforo perpetuamente acceso ma tutto ciò è passato nella favola perché sono nate le bestie sì, le bestie deficienze d'un magnetismo innato buco di vuoto tra due soffietti di forza, che non erano non erano nulla e sono diventate qualcosa e la vita… Continue reading L’ispirazione una volta era la sostanza

Abd al Wahhab al Bayati – La Signora delle sette lune

La Signora delle sette lune errando nel suo profondo estrae i rubini del Giorno mitico – e sogna la stella polare – e il ricordo del tempo immerso nel carro degli zingari che dietro la pioggia incalzano la gioia – la luce – canta per la notte argiva e il rivo selvatico che arriva dal… Continue reading Abd al Wahhab al Bayati – La Signora delle sette lune

Pavel Kutzko – Fanno pari e dispari

Fanno pari e dispari ma sono sempre argomenti logici. E io che dal centro della stanza mi vedevo appeso a un chiodo sulla parete di fronte avevo tutt'altro a cui pensare: saranno, mi chiedevo, sempre così spettinate le trecce del mio desiderio? Non c'erano più tori nelle stalle di Augia né una sola delle sette… Continue reading Pavel Kutzko – Fanno pari e dispari