Blog

Upanisad – Il purusa che sogna

Yâjñavalkya si recò un giorno da Janaka di Videha, ma aveva deciso di non discutere. Ma dopo che Janaka, re di Videha, e Yâjñavalkya ebbero parlato intorno al sacrificio del fuoco, Yâjñavalkya gli accordò una grazia, il re scelse di far domande a piacere e Yâjñavalkya lo esaudì. Il re per primo domandò: «Yâjñavalkya, quale… Continue reading Upanisad – Il purusa che sogna

Ovidio – La triste nascita di Bacco-Dioniso

Come se non bastasse, ecco un altro motivo di doglianza: alla dea [Giunone] duole che Semele sia stata ingravidata dal seme del grande Giove. E allora, eccola, che affila la lingua per litigare, ma: «Che beneficio ne ho avuto – dice – tutte le volte che ho litigato? È con lei che me la devo… Continue reading Ovidio – La triste nascita di Bacco-Dioniso

Aiguesmortes – L’impronta di un giaguaro

forse fu la gelosia di un giardiniere a immaginarti (eri tu il fiore che non doveva essere colto) forse, Core mia, nel pozzo di una luna cieca a piedi scalzi dal cielo scivolasti (fu Ade – ricordi? fu l'Invisibile a rapirti) datemi una sposa, diceva la cantilena una sposa datemi nei cui occhi un lampo… Continue reading Aiguesmortes – L’impronta di un giaguaro

Jung – E se Margherita fosse un’isterica?

Se ora procediamo sul nostro esempio, vediamo che Faust nel sogno viene sostituito dal re. Ha avuto luogo una trasformazione. Faust è diventato il re lontano di tempi antichi; la personalità di Faust, che contiene una forte tonalità affettiva, è stata sostituita da una persona neutrale, leggendaria. Il re è un'associazione per analogia, un «simbolo»… Continue reading Jung – E se Margherita fosse un’isterica?

Tabarî – La verga di Mosè

Quando fu al pozzo di Madyan, Mosè aiutò le fanciulle ad abbeverare le pecore. Poi le seguì fino a casa, ove incontrò il loro vecchio padre, il profeta Su'aib. Con la promessa di ottenere in moglie una delle sue figlie, Mosè entrò al servizio del vecchio come pastore, e vi restò per otto o dieci… Continue reading Tabarî – La verga di Mosè