Rella – Percorsi

Il pellegrinaggio è l'esegesi per eccellenza, l'esodo attraverso cui l'adepto abbandona gradualmente la schiavitù delle credenze testuali. (H. Corbin) Immenso come il suo desiderio appare il mondo al fanciullo, che si china sulle mappe a studiare fantastici itinerari, percorsi sconosciuti che hanno, nel nome stesso dei luoghi pronunciato a bassa voce nel cono chiuso della lampada, il… Continue reading Rella – Percorsi

Kafka – Il cacciatore Gracco

Due ragazzi sedevano sul muretto del molo e giocavano a dadi. Un uomo leggeva un giornale sui gradini di un monumento all'ombra dell'eroe che brandiva la sciabola. Una ragazza alla fontana riempiva d'acqua il suo mastello. Un fruttivendolo stava accanto alla sua merce e guardava verso il lago. In fondo a una taverna, attraverso gli… Continue reading Kafka – Il cacciatore Gracco

Schopenhauer – Il sogno e la vita reale

Noi abbiamo sogni; non è forse tutta la vita un sogno? – o più precisamente: non c'è un criterio sicuro per distinguere sogno e realtà, fantasmi ed oggetti reali? – Appigliarsi alla minor vivacità e chiarezza del sogno nei confronti dell'intuizione reale, è argomento che non merita neanche d'essere preso in considerazione, perché nessuno finora… Continue reading Schopenhauer – Il sogno e la vita reale

Isole Figi – Uno scambio di doni tra dèi

Nei giorni in cui il Grande Serpente di Kauvadra provocò l'inondazione in cui annegarono i Costruttori di Barche, dodici uomini riuscirono ad aggrapparsi al tronco di un albero. Vennero portati alla deriva, e infine approdarono sulla spiaggia dell'isola di Kabara. Erano rimasti in dieci, perché due erano stati divorati dai pescecani. La gente del posto… Continue reading Isole Figi – Uno scambio di doni tra dèi

Lacan – I pianeti non parlano

La volta scorsa vi ho lasciato con una domanda forse un po' strana, ma in linea con quello che vi dicevo – perché i pianeti non parlano? Non siamo per niente simili ai pianeti, lo tocchiamo con mano ogni momento, ma ciò non ci impedisce di dimenticarlo. Abbiamo sempre la tendenza a ragionare degli uomini… Continue reading Lacan – I pianeti non parlano

Baudelaire – Il cigno

Andromaca, io penso a voi! Quel fiumiciattolo, misero e triste specchio dove un tempo rifulse l'immensa maestà delle vostre pene di vedova, quel Simoenta mendace ingrossato delle vostre lacrime, ha d'improvviso fecondato la mia fertile memoria mentre attraversavo il Carosello nuovo. La vecchia Parigi non esiste più (l'aspetto di una città muta più presto, ahimé,… Continue reading Baudelaire – Il cigno

Heidegger – La polis greca

L'ἀλήθεια porta scritta in sé la sua opposizione fondamentale alla λήθη – essa è, alla lettera, il «venir meno», il «mancamento» di quella dimensione, la λήθη, che «in quanto oblio – dice Heidegger – è privo di segni e si sottrae» a ogni memoria o rappresentazione. L'ἀλήθεια sorge da un «conflitto» interno alla λήθη –… Continue reading Heidegger – La polis greca