Aiguesmortes – Il libro di Babele

Adolf Wölfli - Irren-Anstalt
Adolf Wölfli – Irren-Astalt

La mia anima è il libro di Babele: i suoi tempi, di scrittura e di lettura, li dettano le voci confuse delle mie lingue barbare e sconosciute.
Voci che gelosamente scandisco dentro la mia torre e che a nessuno faccio udire: per paura, per timidezza o per vergogna?

C’è però un buco nel muro della mia torre, da cui è possibile spiare quel che dentro vi ho murato: una finestra aperta dietro consiglio dei grandi costruttori di piramidi e mausolei.
Se il buco non si vede, è perché l’ho riempito con la calce speciale della mia immaginazione. È la mia immagine che riempie quel buco!
Se non mi vedete, è perché vedete la mia immagine e non andate oltre.

Ma perché dovreste andare oltre?
Fermatevi qui! Sulla soglia della mia anima, sulla copertina di questo libro muto, fermatevi adesso!
Perché dovreste andare oltre?

(Aiguesmortes, Udite! Udite!)