Edda – Andvari e i suoi fratelli

luccio-reteAndvari era il nome di un nano: da gran tempo stava nelle cascate in forma di luccio e in quel luogo si procurava cibo.

«Nostro fratello si chiamava Otr – disse Reginn – e spesso si spostava nelle cascate in forma di lontra.
Aveva catturato un salmone e, seduto sulla riva del fiume, lo mangiava, tenendo gli occhi chiusi. Con una pietra Loki lo colpì a morte. Gli Asi si ritennero molto felici e tolsero la pelle alla lontra. Insieme, alla sera, presero alloggio da Hreiðmarr e mostrarono la loro preda.

Allora li facemmo prigionieri e imponemmo come riscatto che riempissero la pelle di lontra di oro e la coprissero, all’estremo, con oro rosso. A questo punto gli Asi mandarono Loki a procurare l’oro. Egli si recò da Rán e prese la sua rete; poi andò ad Andvarafors e gettò la rete davanti al luccio, che vi saltò dentro».

(Canzone di Reginn, esordio in prosa)